Vietato usare WhatsApp in macchina, se usi l’applicazione sono affari tuoi: cosa succede

Siamo tutti iper tecnologici, per cui nessuno è in grado di vivere senza whatsapp, internet, social. Insomma la nostra vita oggi dipende totalmente dagli smartphone e dalla tecnologia senza la quale non si può fare praticamente nulla.

Vietato usare Whatsapp in macchina
Vietato usare Whatsapp in macchina- Motori.News

Eppure bisogna sapere che ci sono dei momenti in cui la tecnologia non va usata per nessun motivo al mondo a meno che non si voglia rischiare oltre che una bella multa salata, anche un licenziamento.

In linea generale è meglio non usare lo Smartphone, in particolare è bene evitare whatsapp soprattutto in alcune circostanze.

Il conducente di un mezzo pubblico non può usare Whatsapp mentre è a lavoro

Per esempio il conducente di un mezzo di trasporto pubblico, non può assolutamente usare Whatsapp nemmeno per inviare audio perché se viene sorpreso, soprattutto in caso di incidente, rischia di perdere il posto di lavoro. 

Si ha la responsabilità della vita delle altre persone in qualunque momento, per questo è di fondamentale importanza evitare distrazioni, anche se di brevissima durata. Questa legge non è mai cambiata negli anni, è sempre stata la stessa. Vale ovviamente non soltanto per chi guida mezzi pesanti, ma anche per chi guida un’auto o uno scooter e chi si immette su strada e nel traffico ovunque e in qualunque momento.

Ovviamente la regola è ben definita e molto più importante per chi circola a bordo di un mezzo pesante, che può provocare incidenti più gravi a causa di piccole distrazioni. Siamo tutti d’accordo con il dire che un incidente provocato con un autobus o con un camion è diverso da un incidente provocato con una 500 o una panda.

whatsapp-Motori.news

Perché il conducente non può usare whatsapp

I conducenti che guidano alcuni mezzi non possono sgarrare nemmeno di una virgola, non possono distrarsi in nessun momento nemmeno per rispondere ad una chiamata, ad un messaggio. Un cittadino qualunque che guida la sua utilitaria, se causa incidenti perché usa il cellulare, ha delle responsabilità sia civili che penali, soprattutto in caso di omicidio stradale.

L’autista professionista oltre che tutto questo rischia anche di perdere il posto di lavoro. Questo è quanto è stato stabilito dalla Corte di Cassazione. Se ci si accerta che l’autista poco prima dell’incidente era collegato su Whatsapp, per lui la situazione si fa veramente difficile soprattutto se il mezzo che guida non è soltanto adibito al trasporto merci, ma anche al trasporto delle persone.

Chi sceglie di svolgere la professione di autista sa bene che accetta responsabilità ben precise, sia per é che per gli altri. A causa di un banale errore infatti può anche rimanere di punto in bianco senza lavoro.