La Volkswagen Scirocco di terza generazione ha dato l’addio al mercato nel 2017, dopo esser stata presentata al Salone di Ginevra nel 2008. La coupé compatta potrebbe però tornare in futuro prossimo e forse nemmeno troppo remoto.

Dopo l’annuncio di Opel di una nuova Manta 100% elettrica entro il 2028, la Casa di Wolfsburg potrebbe introdurre a sua volta una diretta rivale. Rivale che attualmente non è presente in gamma, motivo per cui potrebbe essere reintrodotta proprio la Scirocco.

Come la Volkswagen ID.3, anche la Volkswagen Scirocco potrebbe essere basata sulla piattaforma MEB. Il motore troverebbe sede al posteriore così come la trazione. La batteria potrebbe avere una capacità da 50 ad 80 kWh a seconda dei possibili allestimenti. Nella configurazione migliore l’autonomia garantita dovrebbe superare i 400 km.

Il propulsore o i propulsori, dovrebbero avere un range di potenza che va dai 180 ai 240 CV. Non da escludere una possibile variante “R” che potrebbe avere indicativamente 280 CV.

Con un allestimento medio consideriamo che le prestazioni dovrebbero garantire uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in circa 6,2 secondi e una velocità massima raggiungibile limitata elettronicamente a 200 km/h. La “R” invece potrebbe impiegare un secondo netto in meno per raggiungere i 100 km/h e una velocità massima, pur sempre limitata ma maggiore, di 220 km/h.

Le sospensioni della ID.3 attualmente prevedono un McPherson all’anteriore e un multilink a 5 bracci al posteriore. È probabile che per la Scirocco possano essere riviste in favore di una maggiore rigidità tra le curve.

La carrozzeria della Volkswagen Scirocco manterrà chiaramente la tradizione adottando lo stile coupé. Questa volta, a differenza della generazione precedente, le linee dovrebbero però essere più tese e spigolose con il gruppo ottico anteriore ripreso dalla ID.3. Nuovo invece il design dei paraurti e delle minigonne laterali. Anche in questa versione potrebbero essere sacrificate le portiere posteriori in favore di un look più filante.

Quanto riguarda gli interni ipotizziamo possano mantenere la filosofia attuale dei modelli elettrici di Volkswagen. Ciò significa uno stile minimalista ma al contempo curato e funzionale. Probabilmente potrebbero essere presenti dei tocchi sportivi in più, in particolare nelle configurazioni più costose.

Le immagini del render che vi proponiamo nell’articolo sono di proprietà di Autobild.