Dopo aver vinto il Campionato del Mondo della Supersport 600, Yamaha per l’anno nuovo sospenderà la produzione della R6 omologata e si concentrerà su una nuova supersportiva.

Si chiamerà Yamaha R6 Race, una moto da pista non omologata e sarà disponibile presso i concessionari locali Yamaha a partire da gennaio 2021.

Dopo vent’anni di produzione, i tre diapason dello storico marchio Yamaha, hanno deciso di non adattare la propria Supersport 600 alla normativa Euro 5 in vigore da gennaio 2021.

Il motore è il 4 cilindri da 599 cc DOHC, raffreddato a liquido e dotato di valvole in titanio.

Il sistema di aspirazione Air intake System consente alla nuova Yamaha R6 Race di utilizzare direttamente l’aria esterna fornita dalla grande presa d’aria con un vantaggio a favore della potenza erogata.

Il telaio in alluminio Deltabox è il risultato di anni di sviluppo nelle competizioni, con il sottotelaio in magnesio che ottimizza il bilanciamento del peso anteriore, mentre specifiche elevate delle forcelle anteriori KYB e delle sospensioni posteriori KYB producono una maneggevolezza precisa e aggressiva in curva. Comprende inoltre controllo della trazione, D-mode e acceleratore ride-by-wire  Yamaha con chip di controllo per una massima reattività.

Per i più esigenti, sarà possibile acquistare un kit R6 GYTR, con parti speciali e molteplici funzionalità, che migliorano le prestazioni e l’assetto.

Affinché tutta la potenza sia ben gestita, subentra lo scarico da gara Akrapovic interamente in titanio, progettato appositamente per incrementare al massimo la potenza del motore, riducendo notevolmente il peso complessivo.

Il plexi da gara WSS, facile da montare, minimizza la resistenza e migliora la velocità in rettilineo come pure la maneggevolezza.  Insieme all’aumento della potenza, anche i freni sono dotati di tubi in acciaio inossidabile, per una risposta diretta e una migliore sensazione in fase di decelerazione.

L’emulatore ABS GYTR consente lo smontaggio della pompa ABS per un’ulteriore riduzione del peso.

Per rispondere alle esigenze di FIM in merito alla sicurezza, sono state montate alcune protezioni extra, tipo la protezione della leva del freno anteriore e quella della corona posteriore, mentre i ganci del cavalletto paddock posteriori rendono più efficiente lo smontaggio della ruota posteriore.

Il Kit GYTR progettato per la nuova Yamaha R6 Race, comprende i seguenti componenti da corsa:

  • Set cupolino da gara GYTR
  • Sistema completo da gara Akrapovic
  • Set ECU GYTR
  • Set cablaggio GYTR
  • Interruttore on/off GYTR
  • Cavo interfaccia GYTR
  • Set di tappi AIS GYTR
  • Emulatore ABS GYTR
  • Tappo carburante senza chiave GYTR
  • Cuscini sella GYTR
  • Tubi freno in acciaio inossidabile per anteriore e posteriore
  • Protezione leva del freno anteriore
  • Set da gara GYTR completamente regolabile con kit di selezione retromarcia opzionale
  • Protezione pignone posteriore (pinna di squalo)
  • Azionamento pignone 14T adatto per la catena 520
  • Pignone posteriore, 45 adatto per conversione catena 520
  • Set dadi pignone per 520
  • catena DID Gold Race 520
  • Ganci per cavalletto paddock
  • Cavalletto paddock