Zucchero nel carburante, il trucchetto dei più furbi: cosa accade alla benzina | Incredibile

Zucchero nel carburante, è ovvio che sia una stranezza del tutto fuori luogo, ma ci sono dei furbetti che lo fanno come vendetta o dispetto nei confronti di qualcuno.

Zucchero nel carburante
Zucchero nel carburante – Motori.News

Non è una rarità come si può pensare. Può capitare di trovarsi in una situazione simile, certamente poco carina. Quando succede, diventa un vero problema perché va a danneggiare il serbatoio.

Che sia uno scherzo, una ripicca o qualunque altra cosa è importante sapere cosa fare e come reagire nell’immediato per non causare ancora più danni.

Cosa succede se si versa lo zucchero nel carburante di un’auto

Se si versa anche una piccolissima quantità di zucchero nel carburante, questa arriva subito ai cilindri e agisce come bloccante, andando a frenare il funzionamento dei pistoni e a bloccare quindi tutto il motore.

Il pericolo maggiore arriva nel caso dei motori a scoppio, che siano diesel o benzina, poco importa. Questo perché una volta arrivato nel serbatoio si scioglie, arriva nelle camere di scoppio e si fonde a causa delle alte temperature. Poi quando si spegne il motore si raffredda e si solidifica andando ad incollare i pistoni, i cilindri, le valvole.

Qualunque sostanza aggiunta al carburante si va a depositare sul fondo. Nell’aspirazione, una piccolissima parte viene prelevata e poi viene aspirata, il resto rimane e danneggia il motore. Le auto di nuova generazione, sono dotate di filtri del combustibile per cui qualunque sostanza immessa viene bloccata e segnalata. In genere si accende una spia e l’auto stessa richiede la pulizia profonda dell’alimentatore.

Zucchero nel carburante – motori.news

Motore vecchio e zucchero nel carburante ecco cosa succede

Se si versa lo zucchero nel carburante di un’auto vecchia, quindi dotata di motore vecchio la situazione si complica e diventa veramente grave. In alcuni casi si rischia che lo zucchero arrivi a bloccare i cilindri. Ad averne la peggio sarebbero tenuta dell’olio, grippaggio del motore e fasce elastiche irrimediabilmente danneggiati. 

Nei veicoli nuovi, la presenza di sostanze estranee nel motore è evidenziata da filtri e sensori. Quindi la parte elettronica dell’auto evidenzierà il problema con una spia.

Invece, in quelli vecchi ci si rende conto che qualcosa non va soltanto tramite  malfunzionamento del mezzo. La prima cosa da fare in questo caso è spegnere il motore per ridurre i danni e rivolgersi o a un carro attrezzi oppure all’officina più vicina che provvederà a smontare e ripulire il tutto. Se lo zucchero raggiunge i pistoni e gli iniettori, il prezzo della pulizia sarà parecchio elevato ma non si tratterà di un grosso danno irreperibile.