Durante un test drive, i giornalisti del sito finlandese Tekniikan Maailma, hanno riscontrato cinture posteriori difettose su tre modelli del Gruppo Volkswagen. Si tratta di Volkswagen Polo, Seat Ibiza e Seat Arona. Le tre vetture, progettate sullo stesso pianale hanno presentato cinture posteriori difettose svolgendo il test dell’alce. Il problema si è presentato più volte svolgendo la prova tra i birilli. L’anomalia ha colpito sempre il passeggero seduto dietro al guidatore, a divano posteriore occupato da tre persone. Nell’articolo vi mostriamo i video delle varie prove effettuate.

Le cinture posteriori difettose sono prodotte dall’azienda giapponese Takata, già segnalata in passato per noie agli airbag. Segnaliamo anche che in seguito ai difetti sugli airbag, la nota azienda del paese del sol levante ha presentato la richiesta di procedura di fallimento di fronte ai tribunali americani e giapponesi.

Sulla stessa piattaforma MQB A0, utilizzata per le auto testate, è progettata anche la cugina Volkswagen T-Roc. Effettuando la stessa prova tra i birilli su questa vettura, non sono emersi difetti. Questo perchè le cinture di sicurezza montate sul piccolo crossover VW sono prodotte dall’azienda americana TRW, nota anche per essere tra i leader mondiali per la produzione di impianti frenanti. Le cinture posteriori difettose possono essere un grave problema per chi è a bordo.

Nella prova di zig-zag tra i birilli ad alte velocità, la cintura di sicurezza posteriore, lato passeggero, si è sganciata da sola quando fortemente sollecitata. Il problema ha colpito, come si mostra nel video, un passeggero adulto. Molto spesso in questa posizione vengono ancorati i seggiolini dei bambini. Il problema delle cinture posteriori difettose è già stato segnalato al Gruppo Volkswagen.

Attualmente ha già risposto il direttore della comunicazione di Seat, Christian Stein, che ha pronunciato le seguenti parole: “In base ad analisi effettuate in azienda, abbiamo identificato il problema riscontrato da Tekniikan Maailma durante i test. Stiamo lavorando a possibili soluzioni e vi informeremo sulla decisione definitiva il prima possibile”. Si pensa quindi ad un possibile richiamo nei prossimi mesi per i modelli di Volkswagen Polo, Seat Ibiza e Seat Arona che presentano le cinture posteriori difettose.