Lo scorso anno Andrea Dovizioso, dopo la fine dei rapporti con Ducati, aveva annunciato che, non avendo trovato un progetto nel paddock che lo stimolasse a continuare, il 2021 sarebbe stato un anno sabatico per lui. In questo 2021, “Dovi” ritrova un vecchio amore. Parliamo del motocross, sport con cui ha cominciato la sua storia di pilota, grazie al padre, pilota anche lui, che nel giardino di casa gli costruì una mini pista da cross prima ancora di passare al più duro asfalto. Come ha sempre dichiarato, Andrea ama il brivido che dà questo sport. Ora senza l’impegno del motomondiale si diverte a gareggiare nei campionati regionali di motocross.

Il pilota di Forlì pochi giorni fa aveva annunciato insieme ad Aprilia, che dal 12 al 14 aprile sarebbe salito, per i test di Jerez de la Frontera. Avrebbe guidato la RS-GP del team capitanato dal rimpianto Fausto Gresini, ma il destino non vuole che ritorni sul rovente asfalto dei campioni. Poche ore fa, infatti, nella pista di Chieve in Lombardia, dove partecipava al Campionato MX, Andrea è caduto. Nell’incidente ha riportato una contusione alla spalla ed un lieve trauma cranico, non potendo partecipare così a gara 2.

Sembra un dèjà vù. Come ricordate nel giugno 2020, prima dell’inizio del campionato di MotoGP, ebbe una caduta sempre in sella ad una moto da cross, facendo tremare la Ducati perché il proseguo della stagione. Tutto poi smentito, con la presenza sulla rossa di Borgo Panigale, nel primo appuntamento del motomondiale.

Ora quella paura si ripropone, facendo stare in ansia i tifosi che lo vorrebbero di nuovo in sella ad una MotoGP. Niente di grave, questa volta fortunatamente, però nei prossimi giorni Dovizioso si sottoporrà ad accertamenti medici per togliere ogni dubbio riguardo un possibile riposo prolungato, che gli farebbe saltare, a questo punto, il test con Aprilia.

Questi infortuni non fanno concludere, come nelle più grandi storie d’amore, la passione per il motocross di “Dovi”, sperando però che questo sentimento passionale per il fango non faccia concludere quello con le moto da pista.