Una piccola azienda tedesca chiamata Elektron Motors ha appena rilasciato rendering e dettagli di una hypercar completamente elettrica denominata Elektron Quasar. Attualmente la Quasar non esiste ancora ma il piccolo Costruttore afferma che verrà lanciata ufficialmente nel 2023 e sarà costruita in soli 99 esemplari.

La Quasar sarà dotata di quattro motori elettrici che si combinano per erogare una straordinaria potenza di 2.300 CV. Una potenza inedita nel campo delle elettriche, che la rende in grado di scalzare, almeno sulla carta, Rimac C_Two, Pininfarina BattistaLotus Evija. Come se il numero di potenza massima non fosse abbastanza impressionante, la società afferma che l’auto fermerà l’ago della bilancia precisamente a 1.500 kg. Ciò significa che ogni cavallo vapore dovrà spostare solamente 0,65 kg!

Non sono stati forniti dettagli sulla batteria del veicolo né tanto meno l’autonomia massima. In termini prestazionali Elektron Motors afferma che la Quasar sarà in grado di raggiungere i 100 km/h in appena 1,65 secondi e di raggiungere una velocità massima limitata di 450 km/h. Scatto incredibile, a patto di trovare pneumatici in grado di scaricare a terra tali potenze. Anche la velocità massima ha dell’incredibile soprattutto perché dichiarano essere limitata. Sorge spontanea una domanda: ma a quanto arriverebbe questo bolide elettrico senza “fermi”?

Dalle immagini rilasciate si può ben notare come la Elektorn Quasar abbia trovato forte ispirazione estetica dalla Koenigsegg Jesko. Di certo è un aspetto positivo considerando la magnificenza della hypercar svedese, ma come la prenderà Christian Von Koenigsegg quando noterà questa somiglianza eccessiva?

L’auto ha un parabrezza curvo e un design del tetto praticamente identico a quello che tutte le Koenigsegg hanno avuto negli ultimi due decenni. L’ispirazione al Marchio svedese continua, in particolare sulla copertura del motore e sull’ala posteriore.

Ciò che la contraddistingue all’anteriore sono i fari angolari che includono una luce di marcia diurna a LED curva che attraversa il bordo esterno del cofano. L’auto dispone inoltre anche di canard in fibra di carbonio e di un vistoso splitter in fibra di carbonio. 

All’interno è presente un quadro strumenti digitale, un grande schermo di infotainment perfettamente incorporato nel cruscotto e un display davanti al passeggero.