Per molti motociclisti, il Tourist Trophy è una sorta di pellegrinaggio da fare almeno una volta nella vita.

Come da consuetudine le prove del TT si svolgono ogni giorno durante la prima settimana, mentre le gare a giorni alterni durante la seconda settimana.

Quest’anno per via dei problemi che tutti noi stiamo affrontando con il Coronavirus, l’edizione TT 2020 che doveva essere dal  31 maggio al 12 giugno  è stata annullata. Una decisione davvero difficile ma come sappiamo la diffusione del Coronavirus corre velocemente in tutto il mondo.

Anche la gara motociclistica più pericolosa al mondo deve dunque fermarsi davanti all’emergenza sanitaria.

L’ultima edizione targata 2019 è stata vinta da Peter Hickman, grande protagonista della categoria Superbike, Supersport e Superstock. Nella categoria sidecar, si aggiudicavano la loro 7° vittoria consecutiva i fratelli Ben e Tom Brichall.

La categoria Senior, ha visto trionfare Harrison in sella alla Kawasaki.

L’ultimo TT che non si è disputato risale al 2001, in quell’occasione fu cancellato per timori legati all’afta epizootica, un’altra malattia virale estremamente contagiosa. Al momento restano confermati il Classic TT dove l’anno scorso ha visto protagonista il nostro Stefano Bonetti ed Il Manx Grand Prix, in programma in pena estate.

La gara si corre solitamente ad inizio giugno. Nel 2019 si è dusputata la centesima edizione del Tourist Trophy. Joey Dunlop è il pilota con più successi, ben 26. Il record assoluto sul circuito che misura poco più di 60 km è stato registrato nel 2018. Peter Hickman ha fatto registrare il tempo di 16’42.778 su BMW S 1000 RR ad una media di quasi 218 km/h. er alcuni anni la gara ha anche fatto parte del campionato del mondo di motociclismo (l’odierna MotoGP).

La prima edizione del Tourist Trophy risale addirittura al 1907. Da allora quasi 150 persone (tra piloti e spettatori) hanno perso la vita in quella che è considerata una delle più spettacolari, ma anche più pericolose gare di moto al mondo. Siamo comunque sicuri che la competizione ritornerà nel 2021 con un pieno di iscritti e di pubblico. Perchè da questa crisi ne usciremo vincitori!! Continuate a seguirci sul sito Motori.news