Con immenso piacere presentiamo la splendida creatura che Ebimotors Classic ha saputo riportare ad antico splendore. Parliamo di una Iso Grifo A 3 C, che tornerà a correre probabilmente nel 2021.

L’auto è del 1964. Il restauro di Ebimotors Classic ha ripristinato la carrozzeria ed il potente motore V8 Chevy da 5.3 litri, che eroga una potenza intorno ai 340 CV. La trazione è posteriore abbinata a cambio manuale a 4 rapporti.

La Iso Grifo AC3 nacque su un progetto tecnico di Giotto Bizzarrini (1963) che fu affiancato dai nomi illustri di Giugiaro e Bertone per la parte estetica. L’auto venne concepita sia nella versione stradale chiamata “A 3 L Grifo“, che in quella sportiva denominata proprio “A 3 C“. La volontà era quella di dar vita ad una coupè dalle linee europee, con dimensioni da vetura americana, in modo da fornire un ottimo connubio tra i due mercati.

Quest’ultima, più leggera, fu realizzata dalla Carrozzeria Sports Car di Piero Drogo, conosciuto per la Ferrari 250 Breadvan. Venne modificata la distribuzione delle masse mediante l’arretramento del motore (due candele infatti si cambiano direttamente dall’abitacolo!!).

La volontà di Bizzarrini era quella di far correre la Iso Grifo A 3 C, tanto che l’auto partecipò alla 24 Ore di Le Mans nel 1964. La Iso Rivolta, casa madre della Grifo, non prevedeva di portare avanti alcun progetto sportivo importante, per cui i diverbi tra costruttore e progettista portarono alla scissione tra i due. Nacque poi la Società Prototipi Bizzarrini che portò avanti la produzione dell’auto con il nome di Bizzarrini 5300 GT Strada. La vettura fu prodotta in 133 esemplari sino al 1968.

Abbiamo fatto una chiacchierata con Pietro Silva, grande appassionato e collezionista di auto che ci ha spiegato alcuni dettagli della vettura. Grazie ad Ebimotors Classic speriamo di vederlo in pista.

Silva ci ha inoltre confidato che è in progetto una rivisitazione in chiave moderna della Iso Grifo A 3 C /Bizzarrini 5300 GT. L’auto dovrebbe arrivare entro il 2025 in soli 24 esemplari. Il progetto verrà inseguito dall’Ing. Giugiaro. Si tratterà di una vettura Gran Turismo, con linee molto simili all’antenata degli anni ’60 e sempre con motore Chevy V8 da 5.3 litri.