è il marchio americano oggi di proprietà del Gruppo FCA. Questo brand negli ultimi due anni circa ha subito una metamorfosi passando da marchio quasi di nicchia a vero e proprio salvatore delle vendite di FCA in Europa. Il merito sta nell’aver colto in pieno i desideri degli automobilisti d’oggi. L’offerta di Jeep si basa essenzialmente su fuoristrada, e crossover in gran voga oggi. Tra gli artefici di questo successo c’è senza dubbio la che Motori.news ha provato nella versione a gasolio da 2.0 litri in allestimento Limited con cambio automatico e trazione integrale. Ecco la nostra prova:

LINEA E DIMENSIONI

La Jeep Compass è il suv della Casa americana di medie dimensioni. L’auto, giunta alla seconda generazione, è in vendita dal 2017. Abbandonate le linee piuttosto goffe ed impacciate del modello del 2006, oggi la Compass appare esteticamente curata, sobria, ma con un tocco di muscolosità allo stesso tempo. La versione provata monta il motore a gasolio da 2.0 litri da 170 CV. Stiamo parlando del top di gamma con contenuti di pregio, che si notano anche al primo sguardo. Lo testimoniano i cerchi di serie da 18 pollici, montati su pneumatici da 225. Anteriormente la Jeep Compass si presenta con il suo marchio di fabbrica. La griglia con sette feritoie è anche protetta da copyright. Dietro spicca il profilo dei fanali con forma allungata verso l’interno. Lateralmente non si possono non notare i muscolosi passaruota. La Jeep Compass è lunga 439 cm, larga 182 cm ed alta 1,63 metri. A bordo si sta comodi in 5. Lo spazio per le valige è di 438 litri, non ai vertici della categoria. Il serbatoio della Jeep Compass può contenere sino a 60 litri di gasolio. La massa è di 1.540 kg a vuoto. Trattandosi di un suv con quattro ruote motrici, ecco le caratteristiche da off-road della vettura. L’altezza da terra è di 21,6 cm, l’angolo d’attacco di 30°, di 33,6 ° quello d’uscita. L’angolo di dosso è pari a 24,4 °. Queste caratteristiche permettono alla Jeep Compass un comportamento sullo sterrato, anche non agevole, di alto livello.

PRESTAZIONI E CONSUMI

La Jeep Compass equipaggiata con il motore da 2.0 litri Multijet da 170 CV offre il miglior compromesso tra chi vuole un suv con ambizioni da off-road e chi cerca una brillante vettura che possa dare soddisfazioni nella guida grintosa. No parliamo ovviamente di una supercar, ma questa Compass sa essere divertente. Il propulsore è un 2.0 litri da 170 CV con una coppia massima di 380 Nm a soli 1.750 giri/min. La punta massima di velocità è di 196 km/h con uno scatto da 0 a 100 in 9,5 secondi. Data la generosa coppia che si ottiene sin da subito, abbiamo apprezzato la ripresa di questo suv. L’auto dispone anche di un comodo manettino che permette anche di scegliere la modalità di comportamento dell’auto. Sulla versione Limited sono presenti le modalità Auto, Snow, Sand e Mud. Sono nella versione top di gamma Trailhawk è presente anche la modalità Rock, utile per il fuoristrada più estremo. In ogni caso è presente anche il controllo della velocità in discesa Hill-Descent Control che permette di affrontare strade molto ripide regolando automaticamente la risposta dell’ABS su ogni ruota. Questa Compass si è ben comportata sia in frenata che in tenuta di strada rimanendo sempre ben salda a terra. Lato consumi, la Jeep Compass da 170 CV percorre di media 15 km/litro con punte di 17-18 andando adagio su strade extraurbane. La trazione è integrale disinseribile, abbinata ad un cambio automatico a 9 rapporti.

COMFORT ED OPTIONAL

Diciamolo subito, questa Jeep Compass non è per tutte le tasche. Il prezzo da sborsare per questa versione in allestimento Limited è di 41.000 €. Detto questo merita un cenno l’ottima posizione di guida. La poltrona, dotata anche di supporto lombare elettrico, risulta comoda e permette un’ottima visibilità nella parte anteriore. Il lunotto piccolo, invece, rende un po’ più difficili le manovre in retromarcia. Il problema viene risolto dalla presenza di serie dei sensori parcheggio. Sempre senza sovrapprezzo la lista degli accessori di questa Jeep Compass è piuttosto lunga. Ci sono climatizzatore automatico a 2 zone, Cruise Control, schermo da 7 pollici nella strumentazione, cerchi in lega da 18 pollici, specchietti retrovisori elettrici e riscaldati e sistema Full Speed Forward Collision Warning (radar anteriore). Sempre senza sovrapprezzo la Compass è completa di Lane Keep Assist (funzione Warning e Lane Keeping), cambio automatico a 9 marce, radio digitale e schermo touch da 8,4 pollici. La lista degli optional prevede altri pacchetti (alleghiamo per completezza il link del configuratore online) e diverse possibilità di personalizzare esteticamente questo suv.
https://www.jeep-official.it/configuratore/compass/#/version

L’auto ci è comunque piaciuta e la consigliamo a chi ama essere alla moda, percorre tanta strada e non disdegna di percorrere strade anche difficili ed in condizioni quasi proibitive. Oltretutto questa versione appare molto completa nelle dotazioni.

PREGI

Linea riuscita

Buon comportamento in fuoristrada

Ottima ripresa

DIFETTI

Visibilità posteriore non eccellente

Bagagliaio non grandissimo

Prezzo elevato