Marc Marquez, il dottore dice no: nuova tegola per il team Honda

Marc Marquez KO, non parteciperà al GP in Argentina. Honda ancora una volta senza il suo uomo di punta… 

marc-marquez-motogp
Marc Marquez – MotoriNews

Dall’Indonesia una nuova tegola a prolungare il periodo durissimo che stanno vivendo sia Honda che Marc Marquez. Questo fine settimana non rivedremo il pilota HRC in azione in Argentina: la visita medica svolta ieri ha escluso categoricamente la sua partecipazione al Gran Premio in Argentina. Un evento che scatterà tra due giorni con conferenza stampa ufficiale e meeting online, ma al quale il pluricampione MotoGP non prenderà parte. La stagione 2022 sembra davvero già compromessa, il pilota migliora ma quando potrà rientrare? L’Ala Dorata ha bisogno di lui per uscire dal tunnel, ma la sfortuna continua a vederci benissimo…

Marc Marquez out

La conferma ufficiale arriva attraverso un comunicato della squadra. L’uomo di punta di casa Honda è ancora una volta bloccato da una serie di sfortunati eventi. Il ritorno della diplopia non è cosa da poco, è una situazione in continua evoluzione. “Marc Marquez si è sottoposto ad una visita del suo oftalmologo, il dottor Sanchez Dalmau, ieri a Barcellona.” Si tratta del secondo controllo di questo tipo dopo il pauroso incidente che l’ha visto protagonista nella notte italiana di due domeniche fa. Un botto terrificante che l’ha lasciato molto dolorante e fuori dal GP, ma il peggio doveva ancora venire. Il ritorno della vista doppia che fa tremare sia il pilota che la sua squadra.

Luce alla fine del tunnel?

Ma c’è un barlume di speranza nelle parole del comunicato. Certo è quello che Honda si augura, anche se rimane il mistero sul ritorno del pilota #93. “In questo nuovo controllo, il dottor Sanchez Dalmau ha confermato che la condizione di Marc Marquez mostra interessanti miglioramenti, riaffermando così una progressione favorevole della sua vista.” Continua il trattamento conservativo, ovviamente è esclusa la sua presenza in Argentina. A questo punto è d’obbligo pensare al tester Stefan Bradl come suo sostituto almeno in questa occasione. Ma sembra difficile pensarlo già al rientro per il GP delle Americhe, ad appena una settimana di distanza… La stagione è già più che in salita, i sogni di gloria espressi nel corso della presentazione si sono già infranti contro una durissima realtà. Pol Espargaró non appare da mondiale, né lo sono i due buoni piloti schierati da LCR Honda. L’Ala Dorata quindi deve rimandare ancora la svolta, il ritorno in alto nel Mondiale MotoGP deve attendere.