MotoGP, Espargaro ne è certo: “Al Mugello non è fondamentale”

Piloti MotoGP carichi verso il GP al Mugello. Ducati, Yamaha, Aprilia e gli altri, chi avrà la meglio? Forse non tutto dipende da un dettaglio… 

espargaro-aprilia-motogp-mugello
Aleix Espargaro – MotoriNews

Domani scatta l’attività al Mugello, si apre ufficialmente l’ottavo evento MotoGP di questa lunga ed intensa stagione 2022. Un appuntamento molto sentito dai ragazzi italiani ma non solo, visto che si tratta di un circuito apprezzato da piloti di tutto il mondo. Veloce, tecnico, decisamente adrenalinico: tre aggettivi che ben si adattano al mitico tracciato realizzato tra le colline toscane. E che da domani rivedranno in azione tutti gli eroi del Motomondiale, pronti alla sfida di una pista tutt’altro che scontata. Sulla quale le Ducati in particolare, dopo lo spettacolo lungo le strade toscane, vorranno tornare a vincere.

Novità Aprilia e Yamaha

Durante la conferenza stampa inaugurale c’è stata l’occasione per rivelare alcune novità tecniche. “Avremo un nuovo motore” ha confermato Aleix Espargaró, fresco di rinnovo con Aprilia per altri due anni. “Vedremo se sarà abbastanza per le Ducati!” Un aggiornamento è arrivato anche in casa Yamaha, come confermato da Fabio Quartararo. “Abbiamo una nuova carenatura” ha dichiarato il campione MotoGP in carica. Con la speranza di guadagnare qualche decimo, anche se è conscio dei limiti attuali della sua M1. “Perderò tanto sul dritto” ha aggiunto il francese. Ma l’alfiere Aprilia gli ha voluto ricordare il 2021. “Alla fine ha vinto il pilota con la moto più lenta. Velocità e top speed non sono fondamentali.” L’anno scorso infatti è stato proprio Quartararo a cogliere il successo, interrompendo tre anni di dominio Ducati!

miller-quartararo-bagnaia-mugello
Miller, Quartararo, Bagnaia – MotoriNews

Rosse all’attacco

Sempre in conferenza stampa però c’erano anche tre piloti di Borgo Panigale. Il maggiore osservato speciale sarà certo Pecco Bagnaia, che deve dimenticare (e far dimenticare) il brutto errore ed il pesantissimo zero a Le Mans. Un errore troppo grosso ha ammesso l’alfiere Ducati. I tifosi italiani lo attendono al varco, i ducatisti in particolare, per vedere se riuscirà già a dare la svolta che ci si aspetta a questo campionato. Ma dovrà fare i conti con Enea Bastianini, lanciatissimo dopo tre vittorie stagionali, oltre ad essere stato capace di indurre il rivale all’errore in Francia. Senza dimenticare Jack Miller, ormai ai titoli di coda con Ducati factory ma a caccia dell’acuto stagionale dopo un buon numero di podi. Ce n’è per tutti i gusti, ma certo i tifosi, finalmente di ritorno, attendono la festa tricolore con i propri beniamini di casa.