“Non potrei essere più felice!” Fabio Quartararo, il ritorno 45 giorni dopo

Fabio Quartararo di nuovo a pieno regime dopo l’infortunio. L’iridato MotoGP 2021 ha ricominciato ad allenarsi in moto. 

quartararo-mx-ritorno-motogp-social
Fabio Quartararo di nuovo in moto – MotoriNews

Fabio Quartararo ha una sola missione in testa in questa nuova stagione MotoGP. Non è riuscito a difendere il titolo conquistato nel 2021 ed è più che intenzionato a riprenderselo. Ma la preparazione ha avuto un piccolo intoppo, un infortunio alla mano sinistra che gli ha impedito di allenarsi in moto da circa metà dicembre. Fino ad ora appunto: Quartararo ha ricominciato a correre in moto! Ora è tutto nella norma, anche l’ultimo ostacolo è ormai alle spalle. I primi test saranno a Sepang ad inizio febbraio, saranno una prova importante sia per il pilota che per Yamaha.

Quartararo riparte

Il pilota MotoGP è in azione in questi giorni al Fox Raceway, circuito situato in California. Un buon allenamento motocross per cominciare: sul suo profilo instagram infatti Quartararo ha postato alcune storie al riguardo. Due brevi video che lo ritraggono in piena attività, senza farsi mancare qualche salto spettacolare con la moto da MX. Non è solo: assieme a lui c’è l’amico Tony Arbolino, pilota italiano in Moto2. Il commento nel primo video è eloquente: “Non potrei essere più felice!! Primo giorno in moto dopo 45 giorni.” Fabio Quartararo ora ha davvero ripreso la sua preparazione a pieno ritmo dopo uno stop imprevisto. Una problematica che l’ha un po’ rallentato, visto che l’inverno per lui è sempre allenamento a pieno regime in moto. Ma manca ancora un po’ ai prossimi test, il campione francese può farcela.

quartararo-mx-motogp-social
Quartararo alla riscossa – MotoriNews

Obiettivo 2023

“Voglio lottare per il titolo, riportarlo a Yamaha.” Queste le parole di Fabio Quartararo durante la presentazione ufficiale della squadra per la nuova stagione MotoGP. Non poteva essere diversamente, come confermato anche dai vertici della casa dei tre diapason, che hanno parlato apertamente di “battaglia“. E sarà davvero un’altra sfida non da poco contro le Ducati in primis, a cominciare dal campione in carica Pecco Bagnaia, per poi procedere con le altre sette rosse in azione in griglia MotoGP. Senza dimenticare le Aprilia in crescita, più KTM e Honda a caccia del riscatto. La M1 non è stata la moto più veloce e sembra anzi che sia difficile migliorare sensibilmente già nel 2023… Ma queste al momento sono solo ipotesi, bisogna attendere ancora un po’. Nei giorni 10-12 febbraio la pista malese di Sepang darà le prime risposte sia a Quartararo che a Yamaha.