Anche Alfa Romeo sarà sottoposta all’elettrificazione. Sembrano questi i rumors che girano da alcuni giorni a questa parte. Protagoniste della svolta verso l‘ibrido saranno in primis l’Alfa Romeo Tonale, seguita subito a ruota da Giulia e Stelvio. Il lato negativo della questione è che stiamo parlando di tempi piuttosto lunghi.

L’arrivo della tecnologia ibrida su Alfa Romeo non è previsto prima di fine 2020. Il primo modello ibrido plug-in dovrebbe essere dunque l’Alfa Romeo Tonale che dovrebbe ricevere il 1.3 TB da 180 CV che, grazie ad un’unità elettrica da ben 60 CV, arriverà ad una potenza totale di 240 CV. Il C-suv di Alfa Romeo avrà prestazioni senza dubbio esaltanti con una velocità massima che dovrebbe superare di poco i 230 km/h, con uno scatto da 0 a 100 in circa 6,5 secondi. L’autonomia in modalità elettrica dovrebbe essere tra i 50 ed i 60 km. L’auto dovrebbe essere dotata anche dell’innovativo sistema di trazione integrale eQ4 abbinato ad una trasmissione automatica ad 8 rapporti. Il prezzo della Tonale ibrida plug-in potrebbe essere attorno ai 45.000 €.

Entro l’inizio del 2021 la stessa motorizzazione dovrebbe essere proposta anche su Alfa Romeo Giulia e sul suv Stelvio. Per la Giulia prevediamo una punta massima attorno ai 235 km/h con 0-100 in 6,5 secondi, con emissioni di CO2 attorno ai 50 g/km. Il prezzo di questa versione potrebbe superare di poco i 52 mila euro. A circa 60-61 mila euro potrebbe essere proposta la Stelvio ibrida plug-in con 240 CV, velocità massima sui 225 km/h e 0-100 in circa 7 secondi.

Inoltre dovrebbe arrivare una seconda motorizzazione sempre ibrida ricaricabile su Giulia e Stelvio. Sembra che in Alfa Romeo stiano pensando di aggiungere lo stesso motore elettrico da 60 CV al motore 2.0 TB da 280 CV. Si avrebbero così due versioni da 340 CV con prestazioni esaltanti e consumi ridotti. La Giulia potrebbe toccare i 255 km/h (248 per la Stelvio) con accelerazione 0-100 in poco più di 5 secondi (attorno ai 5,7 per la Stelvio). I prezzi dovrebbero essere di circa 68 mila euro per la Giulia e 75-76 mila euro sulla Stelvio.