Una grande novità bolle nel pentolone di Casa Dacia. Parliamo del tanto atteso crossover, che sarà disponibile anche in versione a 7 posti, che vedremo in veste definitiva all’inizio di settembre. La presentazione online avverrà precisamente il giorno 3, mentre l’auto sarà esposta ufficialmente (quindi visibile al pubblico) dal 6 di settembre, prima giornata del salone internazionale dell’auto di Monaco di Baviera.

Nelle giornate che vanno da 7 al 12 settembre le vetture Dacia saranno esposte al centro del capoluogo della Baviera. La Spring sarà utilizzata anche come navetta per fare da spola tra il polo fieristico e la città.

Il nuovo crossover Dacia potrebbe arrivare con i nome Lodgy. Difficilmente, ma la cosa non è da escludere, è che il nome del modello possa essere Grand Duster. Ad ogni modo per la conferma definitiva sul nome dovremo ancora aspettare.

La nuova Dacia sarà progettata sulla piattaforma CMF-B e potrà quindi ospitare la tecnologia ibrida. Sarà dunque questo il primo modello elettrificato del brand. Nel seguente filmato Youtube vediamo l’auto ancora camuffata, impegnata negli ultimi collaudi:

La lunghezza del nuovo modello sarà di circa 455 cm, con spazio a bordo per 5 o 7 persone e bagagliaio di 250-650 litri circa a seconda della presenza o meno della terza fila di sedili. Look da station wagon rialzata con portellone posteriore simile a quello di una monovolume, in modo da lanciare un’auto esteticamente appetibile, ma soprattutto pratica.

Tre saranno probabilmente i motori al lancio. Due 1.3 litri, dotati di tecnologia micro ibrida a 12 V, con potenze di 100 e 140 CV. Avremo poi la variante full hybrid dotata della stessa tecnologia E-Tech della Renault Clio. Un 1.6 aspirato da 90 CV abbinato a due unità elettriche per un totale di 140 CV. Da capire se arriverà (la cosa è comunque piuttosto probabile) anche il 1.0 TCe da 100 CV benzina/GPL.

Le vendite del nuovo modello dacia partiranno indicativamente a cavallo tra fine 2021 ed inizio 2022. Il prezzo d’attacco dovrebbe essere di circa 15-16 mila € per la versione a benzina. L’ibrida dovrebbe attaccare da una cifra di circa 22 mila euro, confermandosi uno tra i modelli della categoria più economici. Dacia comunque punterà ad installare parecchia tecnologia attingendo a piene mani dalla nuova Sandero e probabilmente aggiungendo alcuni dispositivi di sicurezza in più.