Un nuovo modello d’attacco arriverà in Casa Jeep. Si tratta di un baby suv, disponibile sia in versioni a trazione anteriore che integrale, il cui arrivo dovrebbe essere entro la fine del 2022. La presentazione della vettura avverrà molto probabilmente entro il 2021. Si tratterà probabilmente de primo modello Jeep progettato sulla piattaforma CMP grazie all’alleanza FCA-PSA.

Non sappiamo ancora il nome di questo inedito modello, quello che è ormai certo è che l’auto si porrà un gradino sotto per dimensioni e potenze rispetto alla Renegade. La nuova Jeep d’attacco avrà una lunghezza totale vicina ai 4 metri. L’auto verrà offerta come la rivale della Suzuki Jimny. Il fuoristrada giapponese è lungo poco meno di 3,5 metri, ma entro la fine del prossimo anno potrebbe arrivare la sua versione a passo lungo che dovrebbe avvicinare i 4 metri di lunghezza.

La questione ancora in ballo sue nuovi modelli del gruppo FCA, Jeep compresa, riguarda quali propulsori saranno utilizzati. Si preferiranno i Firefly o si opterà per le soluzioni PureTech? Ed a gasolio avremo una nuova generazione di MultiJet o si cederà il passo ai BlueHDi? Sono risposte che daremo una volta stabiliti gli accordi ed il piano industriale del nuovo gruppo FCA-PSA.

In ogni caso la nuova Jeep sarà disponibile con unità a benzina, probabilmente a gasolio ed anche in una o più versioni ibride. Le potenze andranno dagli 80 ai 150-160 CV. Quasi tutti gli allestimenti saranno dotati di trazione anteriore, probabilmente dotata anche di sistema mHEV micro ibrido. Le versioni top di gamma dovrebbero essere ibride ricaricabili. In queste avremo il motore termico per l’asse anteriore, al posteriore un secondo propulsore elettrico con pacco batterie da 10-13 kWh. L’autonomia sarà attorno ai 45-50 km in modalità elettrica, mentre la potenza combinata totale sarà nell’ordine dei 160 CV. Viste le dimensioni della vettura, difficilmente sarà proposta anche in variante full electric.

Avremo quindi una mini Jeep con trazione integrale disponibile on demand. La versione più estrema di questo fuoristrada potrebbe avere anche inedite soluzioni per la guida in off-road. La commercializzazione di questo nuovo ed inedito modello (dal quale potrebbe derivarne un secondo low cost con marchio Fiat) è fissata indicativamente per la metà del 2022. Il prezzo d’attacco dovrebbe essere fissato in circa 18.000 €, vale a dire circa 4 mila euro in meno rispetto alla Renegade. L’auto sarà costruita molto probabilmente in Italia.