Circolano da alcune ore le immagini di quella che dovrebbe essere la versione definitiva dell’Alfa Romeo Tonale. Il modello immortalato nelle immagini è un pre-serie, ma dovrebbe corrispondere a quella che sarà la versione definitiva. Cambiano alcuni particolari rispetto al concept Tonale visto al salone di Ginevra lo scorso mese di marzo. Le immagini utilizzate nell’articolo sono state prese dal video pubblicato sul canale Youtube di Masterpilot Emiliano Perucca Orfei. Ecco il link:

L’Alfa Romeo Tonale rispetto alla concept si è fatta un po’ meno aggressiva. Meno sottili ed affusolati i fanali anteriori, più largo e tondeggiante il posteriore, nel quale si notano molto i rimandi alla cugina Jeep Compass. Ammettiamo che quella che vediamo in foto non è di sicuro una versione sportiva, men che meno la top di gamma Quadrifoglio Verde. Ma questa Tonale ha perso forse troppo il suo appeal di vettura grintosa che ci saremmo aspettati dal secondo suv della Casa.

Il design interno unisce la modernità della plancia digitale con uno stile un po’ troppo retrò. Lo schermo staccato dal ripiano su cui poggia sta diventando poco utilizzato ultimamente dalle case auto che preferiscono installare il tutto a filo con la zona centrale dell’abitacolo.

Risolleverà le vendite? E’ ancora presto per dirlo, di certo l’Alfa Romeo Tonale venderà di più della Giulietta che in questi ultimi mesi di onorata carriera si sta pian piano affievolendo, complice una concorrenza spietata delle altre e più nuove segmento C. Di certo la Tonale supererà quelle 4-5-600 unità al mese che caratterizzano la Giulietta oggi. Ma non è questo ciò che vogliono in FCA.

Per ritenersi soddisfatti la nuova Tonale dovrà arrivare a numeri decisamente più consistenti. Almeno 2.500-3.000 unità al mese solo nel nostro paese. Staremo a vedere. Speriamo che la tanta attesa sia ripagata dai contenuti. Solo così la Tonale potrà sfondare quelle impenetrabili mura rappresentate dalle concorrenti premium per lo più tedesche.

La Stelvio è l’unico modello della Casa di Arese che ad oggi ci sta provando, la Giulia sembra quasi aver ammainato bandiera bianca. Forse con il loro restyling del 2020 qualcosa in termini di appeal recupereranno. Ma ancora troppo poco. Il 2019 si concluderà con le vendite ai minimi storici, nel 2020 non sarà tanto meglio. Ma come, e la Tonale?

Cari appassionati, purtroppo la Tonale è già realtà in fotografia, ma per vederla realmente su strada dovremo aspettare l’inizio del 2021. Un vedo peccato, che speriamo sia ricompensato da tecnologia ai vertici e da motori davvero potenti ed allo stesso tempo poco inquinanti. La Tonale sarà la prima vera ibrida ricaricabile della Casa.

Il C-suv lungo circa 440 cm diventerà l’unica media del Biscione per almeno due anni (non prima di fine 2022 arriverà un’ipotetica nuova Giulietta), dopo il vuoto che l’attuale Giulietta lascerà tra pochi mesi. Il compito di risollevare Alfa Romeo sarà davvero arduo. Per i prezzi e le dimensioni rimandiamo al nostro servizio realizzato poco tempo fa.