La carriera dell’attuale generazione della Dacia Duster rappresenta uno dei punti cruciali per il marchio Dacia nei prossimi anni. Il modello attuale risale al 2018 e già nel 2021 l’auto sarà sottoposta ad un restyling. Il facelift del prossimo anno accorcerà i tempi della carriera della versione oggi a listino.

Dal 2018 ci aspetteremmo i canonici 7-8 anni di durata della generazione attuale. Invece sembra che Dacia voglia lanciare la futura Duster già nel 2024. Quali i motivi di questa “accelerazione” nelle tempistiche?

La Dacia Duster in vendita oggi è progettata sulla piattaforma B0. Questo pianale non è adattabile alla tecnologia ibrida E-Tech (sia normale che plug-in) introdotta da poco da Renault. Essendo la Duster il modello più venduto del brand, bisognerà quanto prima aggiornarlo, ampliando la gamma con motorizzazioni ibride (convenzionali o ricaricabili). Non potendolo fare sulla generazione attuale, Dacia tenterà di accorciare i tempi per l’arrivo del nuovo modello.

Ecco il perchè il refresh di metà carriera arriverà già nel 2021. L’immagine utilizzata in copertina è una ricostruzione non ufficiale di come potrebbe essere esteticamente il facelift della Dacia Duster. La foto è stata presa dal filmato pubblicato sul canale Youtube di Rincon Practico:

IL RESTYLING DEL 2021

La nuova Dacia Duster in arrivo nel 2021 proporrà leggeri ritocchi sia dentro che fuori. All’esterno ci aspettiamo paraurti, fanali e mascherina inedite. Il design dovrebbe essere ereditato da quello mostrato ultimamente sulla nuova Dacia Sandero. Nelle versioni top di gamma della Duster potrebbero essere introdotte le luci Full LED.

Per quanto riguarda gli interni avremo un design più moderno delle bocchette dell’arie. Le forme circolari attuali (5 apertire in totale, con tre fori al centro) saranno sosituite da nuove bocchette rettangolari. Cambierà anche la zona centrale dell’abitacolo nelle quale arriverà un nuovo schermo più grande e posizionato in risalto rispetto alla plancia. Debutterà anche l’ultima versione del sistema di infotainment con connettività per smartphone. Sempre negli interni avremo nuovi materiali per sedili e rivestimenti ed una migliore insonorizzazione dell’abitcolo.

Sotto l’aspetto motoristico, la Dacia Duster manterrà gli attuali motori che saranno resi più puliti ed efficienti (aggiornati alle norme anti inquinamento Euro 6d Final). Per quanto riguarda le versioni a benzina dotate di 1.3 TCe, su di esse potrebbe arrivare la tecnologia micro ibrida con sistema a 12 V appena introdotto sulla Renault Arkana. Niente tecnoogia E-Tech sulla Duster attuale.

LA NUOVA GENERAZIONE DEL 2024

La futura generazione di Dacia Duster è attesa nel 2024. L’auto sarà realizzata molto presumibilmente sulla piattaforma CMF-B. Ciò permetterà l’introduzione della tecnologia ibrida E-Tech. Rimarrà aperto, però, un altro problema. La Dacia Duster viene già oggi proposta con la trazione integrale, tecnologia difficilmente installabile sulla piattaforma CMF-B. Come si risolverà la questione?

La nuova Duster necessita di versioni 4×4 e queste dovranno essere proposte anche con tecnologia ibrida. Con una certa probabilità, quindi, il gruppo Renault andrà a sviluppare una trazione integrale con le ruote posteriori abbinate ad un motore a batteria provvisto di differenziale elettrico, che non necessita di albero di trasmissione. La scelta è la stessa fatta da Jeep per la Renegade 4xe.

In questo modo avremo una gamma completa che potrebbe prevedere i futuri motori a benzina da 1.2 e da 1.5 litri in sostituzione degli attuali 1.0 e 1.3. Non è certo se ci saranno anche unità a gasolio. Per gli interni, la strumentazione sarà digitalizzata. Aumenterà il corredo di ADAS con il fine di avere una Duster davvero al passo con la concorrenza.