Per adesso non era mai stata immortalata da ferma, ma solo in movimento. Grazie a queste tre foto possiamo scoprire qualcosa in più. In settimana scorsa sono spuntate altre foto della Ducati Multistrada V4 impegnata in passaggi fuoristrada e per la prima volta l’abbiamo vista con i cerchi a raggi e pneumatici tassellati. Di sicuro è stata data una risposta “ufficiosa” ai rumors che la davano solo in versione stradale.

Le foto che pubblichiamo qui sono di un muletto con cerchi in lega in versione base durante una sosta in una stazione di rifornimento. Rispetto a tutti i dettagli già elencati nel precedente articolo possiamo notare alcune peculiarità.

Ciclisticamente notiamo il telaietto posteriore a traliccio e piastre in alluminio che sostengono pivot forcellone e attacchi posteriore del motore. Anche da ferma non si riesce a scorgere la parte anteriore del telaio che collega motore e cannotto di sterzo.  Di sicuro il motore ha pieno effetto portante

Sono confermate le due ali aerodinamiche simili a quelle della street fighter, poste al di sotto della carenatura anteriore. Quest’ultima è davvero imponente negli ingombri laterali dovendo contenere i radiatori. Sono presenti degli sfoghi per l’aria non solo lateralmente ma anche posteriormente verso le gambe del guidatore. Non si sa se sono richiudibili per portare caldo alle gambe nei mesi invernali o hanno una inclinazione tale per sparare l’aria calda all’esterno. E’ sicuro che sia stato fatto uno studio per smaltire il calore dal guidatore.

Il frontale con le linee più tese diventa più aggressivo ed è una bella evoluzione portata dalla Multistrada V4.  Su questo esemplare possiamo notare anche un cupolino anteriore diviso in tre elementi con due laterali fissi e quello centrale mobile. Di sicuro è un passo avanti nella protezione all’aria delle spalle punto “debole” della mulstirada V2

Il modello fotografato non era equipaggiato con sospensioni elettroniche, ma già sappiamo di due versioni in prova. Inoltre spicca una strumentazione TFT di grandi dimensioni e ci sembra scorgere un supporto navigatore sulla struttura del cupolino.

Abbiamo aggiunto qualche piccolo tassello in attesa della presentazione ufficiale della nuova Ducati Multistrada V4.

Ringraziamo Renzo Ghilardi per l’uso delle foto.