Solitamente un marchio come Ferrari pensa all’introduzione di innovazioni nel campo della performance. Con il primo suv della Casa, la Ferrari Purosangue, il brand punterà a conquistare un altro primato. Quello dell’impianto di climatizzazione migliore e più all’avanguardia.

Ferrari ha infatti brevettato un innovativo sistema di ottimizzazione del clima interno all’abitacolo, grazie all’uso di telecamere termiche. Queste rileveranno temperatura di più parti dello spazio interno, insieme alle condizioni di umidità e ad altri parametri come il sesso del passeggero, la sua stazza ed il tipo di abbigliamento indossato.

Il tutto punterà ad offrire un ambiente fortemente confortevole. Un cervellone infatti deciderà temperatura, direzione ed intensità dell’aria. Il sistema è pensato per migliorare il comfort anche di chi siede dietro. Dalle immagini si riconoscono infatti anche i sedili posteriori. Il meccanismo brevettato dovrebbe essere utilizzato sulla Ferrari Purosangue, in arrivo entro metà 2022, anche se la certezza assoluta ancora non c’è.

Tutte le foto utilizzate nell’articolo sono state prese dal video Youtube del canale Rons Rides. Di seguito il link al filmato:

ASPETTO E POSSIBILI MOTORI

Dal punto di vista estetico la nuova Ferrari Purosangue potrebbe assomigliare ad una sorta di Ferrari Roma rialzata. L’auto sarà lunga circa 490 cm, con spazio a bordo per 4 persone ed un discreto bagagliaio, tale da permettere anche viaggi di famiglia (ad alte andature! n.d.r.). Il primo suv Ferrari potrebbe essere lanciato di serie con cerchi da 19 pollici, che potrebbero salire di dimensioni, opzionalmente, sino a 21″.

Sotto l’aspetto motoristico la nuova Ferrari Purosangue potrebbe essere lanciata in tre step di potenza che utilizzaranno i tre propulsori V6, V8 e V12. Tutte le versioni potrebbero essere elettrificate, magari con tecnologia ricaricabile e qualche decina di km garantiti a zero emissioni. Una “base” con circa 830 CV (sfrutterà il V6 della 296 GTB). A salire circa 1.000 CV della SF 90. Top di gamma potrebbe esserci una V12 da circa 1.100-1.200 CV, aspirata.

Ancora da verificare i motori precedentemente elencati e se, in gamma, ci saranno anche motorizzazioni “pure” a benzina. Ci attendiamo una versione di punta capace comunque di superare tranquillamente i 300 km/h. Prezzo base indicativo da circa 250 mila euro. Seguiteci per ulteriori futuri aggioramenti.