Più modelli ed un piano industriale ambizioso, sono questi in sintesi i fondamenti sui quali verrà rilanciato il marchio Fiat nei prossimi anni. Tante novità di sostanza a partire da suv, crossover e vetture di segmento B.

Il piano di Stelllantis, stando a quanto detto dal CEO Carlos Tavares, prevederà tanta sostanza per ciascun brand. Fiat è il marchio che dovrà assicurare i massimi volumi di vendita dell’ex FCA, proponendo modelli di fascia media in tutti i segmenti più appetibili (dall’A al D).

Da mettere in conto che Abarth continuerà ad essere la costola sportiva di Fiat. Per alimentare il marchio dello Scorpione non è escluso che oltre ai modelli “di serie” più pepati, si possa pensare anche a far rinascere una sportiva come la Fiat 124 Spider.

L’auto riprenderebbe il modello nato nel 2016 e troppo presto accantonato (2019) per la fine della partnership con Mazda. La sua antenata, la 124 Sport Spider, indimenticata scoperta che ha aperto nuovi orizzonti al marcio torinese, fu in produzione dal 1966 al 1985.

Come potrebbe essere un’ipotetica Fiat 124 Spider, se questo modello rinascesse nel 2023? La risposta la fornisce il designer Tommaso D’Amico in un render pubblicato sul suo canale Youtube:

Secondo D’Amico l’auto potrebbe rinascere su un pianale tutto italiano e montare un potente propulsore 2.0 turbo serie AT8 con ben 210 CV. L’auto sarebbe dotata di cambio manuale e trazione posteriore. Grazie alla massa limitata a circa 1.100 kg l’auto potrebbe avere prestazoni da brivido, con circa 250 km/h di velocità massima e 6 secondi per lo scatto da 0 a 100.

Viaggiando parallelamente la relativa versione Abarth potrebbe essere dotata delo stesso propulsore da 280 CV con tecnologia micro ibrida a 48 V. Oltre 260km/h di velocità massima e circa 5 secondi netti per andare da 0 a 100.

Per ora stiamo parlando di un modello comunque non previsto nei piani futuri di Stellantis. Altra ipotesi sarebbe quella di far rinascere la Fiat 124 Spider su piattaforma CMP, con motori PureTech. La versione base con un 1.2 da 155 CV potrebbe raggiungere i 230 km/h con 0-100 in meno di 7,5 secondi. La pari variante Abarth, dotata di tecnologia francese, potrebbe avere un 1.6 PureTech da 200 CV.

Attualmente queste sono solo idee che ci piacerebbe vedere trasformate in realtà. Rimaniamo con i piedi per terra aspettando il concretizzarsi, nei prossimi mesi, del piano industriale di Stellantis.