Debutterà probabilmente, Covid-19 permettendo, nei primi mesi del 2021 la nuova Jeep Grand Cherokee. Il nuovo suv di grandi dimensioni sarà interamente rivisto. Un deciso cambio di tecnologia rispetto alla vecchia piattaforma WK2, ancora made in Daimler-Chrysler, interamente rimpiazzata dalla Giorgio (la stessa dell’Alfa Romeo Stelvio) appositamente rivista.

La nuova Jeep Grand Cherokee sarà più grande di oggi, andando ad oltrepassare la soglia dei 490 cm di lunghezza. L’auto sarà disponibile in configurazione a 5 posti e, con una certa probabilità, anche a 7 posti. Dovrebbe decisamente calare la massa, di almeno un quintale a parità di versione.

Le immagini utilizzate nell’articolo sono state prese dal video pubblicato sul canale Youtube di AutoYa. Di seguito il link al filmato. Precisiamo che si tratta di render e non di immagini ufficiali.

L’architettura della piattaforma Giorgio sarà appositamente rivisitata per poter avere un modello ben più grande della Stelvio e con caratteristiche da fuoristrada come concerne al brand Jeep. Ci sarà infatti un sistema di sospensioni dedicato a questo modello. La linea rimarrà squadrata, aumenterà il passo rispetto ad oggi. Luci di serie Full LED. Tutte le versioni saranno dotate di trazione integrale permanente.

QUALI MOTORI SULLA NUOVA JEEP GRAND CHEROKEE?

A livello di propulsori la nuova Jeep Grand  Cherokee rimarrà fedele, almeno in parte, alla tradizione americana che vuole motori di grande cubatura, piuttosto semplici concettualmente e dalle cavallerie elevate. Probabilmente, però, ci saranno anche delle unità più piccole, destinate soprattutto al mercato europeo.

La nuova Grand Cherokee adotterà motori a benzina, ibridi ed a gasolio. Unità principale sarà, per il mercato a stelle e strisce, il 3.6 litri V6 Pentastar con una potenza attorno ai 300 CV e circa 380-400 Nm di coppia massima.

Avremo poi un 2.0 litri a benzina maggiormente destinato al mercato europeo con potenze di 200, 250 e 280 CV. Sulla nuova Jeep Grand Cherokee dovrebbe arrivare sin da subito la tecnologia micro abbinata con una certa probabilità al 2.0 litri turbo a 4 cilindri. Grazie ad un sistema a 48 V si avranno consumi ed emissioni inferiori del 10-15 % rispetto alle pari.

Possibile anche la presenza del nuovo 2.0 MHEV da 330 CV che dovrebbe debuttare a breve sul restyling della Maserati Ghibli. Si ipotizza in un secondo momento anche una versione ibrida ricaricabile, attesa a cavallo tra 2021 e 2022. Continueranno ad essere a listino anche versioni a gasolio con la possibile riconferma del 3.0 litri negli step di potenza da 250 e da 275 CV. I prezzi della nuova Jeep Grand Cherokee 2021 partiranno da circa 50-52 mila euro.