Qualcosa si era già intravisto ed era certa una evoluzione del modello di punta della casa di Mattighofen in virtù dell’Euro 5 ma grazie alle foto pubblicate da Motorrad Magazin possiamo notare che la KTM Adventure 1290 S/R è tutta nuova. le foto dell’articolo sono comunque degli screenshot presi dal video pubblicato sul canale Youtube di Long Way Home:

Le foto mostrano degli esemplari, al netto delle grafiche, già definitivi e non camuffati che ci fanno apprezzare tutte le novità introdotte dal modello. Partiamo dal motore che rimane confermato il bicilindrico LC8 a V di 75° con specifiche Euro5 ma ovviamente dalle foto è impossibile intuire se c’è una variazione di cilindrata o modifiche interne.

Quello che invece salta all’occhio è un cambio di rotta sui volumi della moto. In primo piano si nota il serbatoio sdoppiato con sviluppo verso il basso molto simile alla Adventure 790. Questa tipologia di serbatoio di matrice Dakariana introdotto già dalla Adventure 950/990 permette di rastremare la zona ginocchia e centralizzare le masse. In questo modo si lascia spazio a delle ampie feritoie che permettono di smaltire il calore generato dai radiatori che adesso sono due e sono spostati lateralmente.

E’ una posizione simile a quella già vista sulla nuova Multistrada V4, segno che i motori in versione Euro5 scaldano tanto e che forse i costruttori hanno deciso di risolvere il problema congenito di  tutte le Maxi-Crossover, l’essere insopportabili con temperature estive. L’Euro5 porta in dote anche un terminale di scarico molto voluminoso senza un presilenziatore, buona notizia per gli amanti dell’aftermarket.

Analizzando visivamente la ciclistica troviamo due novità. Il forcellone in alluminio, simile nel disegno al precedente, ha dimensioni più generose mentre cambia completamente il telaio posteriore. Co la nuova KTM Adventure 1290 S/R hanno abbandonato il traliccio di tubi sostituendolo con una struttura in alluminio o composito lasciata a vista. Il tutto a vantaggio della riduzione di peso e della pulizia della linea. Inoltre integra anche dei nuovi attacchi delle borse laterali, altro aspetto da migliorare rispetto al passato.

Il frontale mantiene il family feeling della casa Austriaca con il grande faro a farla da padrona. L’unica differenza è la presenza di un rientro al centro nella parte bassa che dovrebbe alloggiare il radar del cruise control adattivo. Una funzione che andrà ad impreziosire il già completo set di aiuti elettronici della KTM Adventure 1290 S/R. Tra i modelli S ed R rimangono le stesse differenze di adesso. Il primo più touring con cerchi in lega con anteriore da 19 e cupolino alto. Il secondo cerchi a raggi con anteriore da 21, cupolino mini e sospensioni rialzate. Il modello fotografato inoltre montava paracoppa e paracolpi ma sospettiamo che siano accessori disponibili a catalogo Power Parts.

Anche KTM affila le armi e si appresta a scendere in campo per contrastare la futura Mulstirada V4 e la BMW s1000 xr.