Si chiama Nettuno ed è stato progettato e costruito interamente in Italia il motore della nuova Maserati MC20. La supercar italiana di nuova concezione verrà presentata in un evento celebrativo il 9 e 10 settembre prossimo a Modena.

Dopo 20 annni di prestiti, la Casa del Tridente torna a sfornare un cuore tutto suo che, viste le caratteristiche, farà davvero scalpore. Nettuno, dio del mare per gli antichi, conferirà alla nuova Maserati MC20 caratteristiche da vera supercar. Numeri da capogiro che faranno impallidire i modelli del brand ad oggi a listino.

Il nuovo propulsore è un 3.0 litri bi-turbo a 6 cilindri. Questi ultimi sono disposti a V con un angolo di 90 gradi. La potenza totale è di ben 630 CV a 7.500 giri/min, mentre la coppia è di 750 Nm a 3.000 giri. Eccellente anche il valore di potenza specifica pari a 210 CV/litro. Il rapporto di compressione è di 11:1.

Alcune soluzioni progettuali del propulsore della nuova Maserati MC20 derivano direttamente dal mondo della Formula 1. Presente infatti l’innovativo sistema a combustione precamera con spine a doppia scintilla.

Il nuovo motore ha tre caratteristiche principali, di seguito descritti. La precamera, impostata tra l’elettrodo centrale e la camera di combustione tradizionale e collegata da una serie di fori appositamente progettati. Una candela tradizionale che funge da supporto per garantire una combustione costante quando il motore funziona a un livello che non ha bisogno della precamera per entrare. ed un Sistema di iniezione gemello – diretto e indiretto, legato alla pressione di alimentazione del carburante a 350bar, il rumore in basso sulla gamma di giri, riducendo le emissioni e migliorando il consumo.

I valori di potenza e coppia garantiranno alla Maserati MC20 prestazioni entusiasmanti, date anche dalla massa ridotta grazie al largo utilizzo di fibra di carbonio. La vettura dovrebbe accelerare da 0 a 100 in un tempo inferiore a 3,5 secondi e toccare una velocità massima indicativa attorno ai 325 km/h. I numeri ufficiali ed il prezzo dell’auto saranno rivelati a settembre. Nei prossimi anni ci attendiamo anche almeno una variante ibrida ricaricabile di questo modello e, probabilmente, anche quella elettrica. Vi terremo aggiornati.