La nuova Opel Astra sarà disponibile a partire dalla metà del 2021. La sua presentazione ufficiale potrebbe avvenire al salone di Ginevra 2021, con commercializzazione entro l’estate dello stesso anno. La sesta generazione della segmento C tedesca si baserà in tutto e per tutto sulla piattaforma EMP2 che l’auto condividerà con la nuova Peugeot 308 2020. L’immagine che abbiamo riportato in copertina dell’articolo non è ufficiale. Si tratta di un render pubblicato dal sito tedesco Auto Bild. Inseriamo il link alla pagina per questioni di correttezza:

https://www.autobild.de/artikel/opel-astra-2020-vorschau-plattform-motoren-15283883.html

La nuova Opel Astra avrà, probabilmente, dimensioni leggermente inferiori rispetto alla generazione attuale. La lunghezza dovrebbe toccare i 435 cm, potrebbe aumentare leggermente la larghezza fino a 183 cm. Calerà l’altezza a tutto favore del coefficiente aerodinamico. Cambierà tutto anche sotto l’aspetto motoristico: tutti i propulsori saranno made in PSA.

Probabilmente la nuova Opel Astra darà l’addio definitivo alla motorizzazione bi-fuel benzina/metano. Questa, infatti, non sembra essere nei piani di sviluppo del gruppo francese. Quasi certamente, però, anche per l’Opel Astra (dopo quanto visto per la Corsa) dovrebbe arrivare sin da subito la variante totalmente elettrica.

Allo studio, infatti, c’è un motore da circa 150-180 CV con autonomia superiore ai 450 km grazie ad un pacco batterie da circa 60 kWh. Questa versione sarà lanciata anche sui futuri suv medio grandi sia di Opel che di Peugeot.

La nuova Opel Astra sarà disponibile anche con motori a benzina ed a gasolio. Per i primi prevediamo l’introduzione dei PureTech. Come base si dovrebbe partire da 1.2 da 101 CV, per poi salire alle versioni da 130 e da 155 CV. L’eventuale variante GSi potrebbe avere il 1.6 litri turbo PureTech da 180 CV. Grazie ad una diminuzione di massa totale (circa – 50 kg di media), la nuova Opel Astra sarà più efficiente e performante.

Non sappiamo ancora se sarà ripristinata la versione OPC, tralasciata nel modello attuale. A gasolio ci saranno i BlueHDi 1.5 da 130 CV e forse un’inedita versione più potente con circa 150-160 CV. In un secondo momento, entro la fine del 2021, potrebbe arrivare anche la versione ibrida plug-in. Questa Opel Astra potrebbe adottare il 1.6 da 150 CV unito ad un motore elettrico con circa 80-100 CV. Completerebbe il tutto una batteria da circa 15 kWh capace di garantire alla vettura oltre 60 km di autonomia in modalità elettrica.

Sulla nuova Opel Astra PSA dovrebbe rendere disponibile anche il nuovo cambio automatico ad 8 rapporti. Per quanto riguarda i fari, ci sarà anche la possibilità di avere la tecnologia Matrix LED. Confermato l’addio definitivo alla variante a tre porte, entro un anno dal lancio della berlina a 5 porte, arriverà la famigliare, lunga circa 470 cm. Il prezzo d’attacco della nuova Opel Astra potrebbe partire da circa 20.500 €.