Opel ha reso pubbliche le prime immagini ufficiali della nuova Astra. Si tratta di teaser che anticipano alcuni particolari dela vettura come i proiettori anteriori, la scritta nella zona posteriore, i sedili ed il mega doppio schermo interno. La nuova Opel Astra entrerà in produzione entro la fine dell’anno e potrebbe essere offerta sin da subito nelle varianti di carrozzeria a 5 porte e station wagon Sports Tourer.

La produzione è fissata nello stabilimento di Rüsselsheim in Germania. Indicativamente le prime consegne si avranno nei primissimi mesi del 2022. La presentazione ufficiale della nuova Opel Astra potrebbe essere effettuata entro il prossimo mese di settembre. Si tratterà della cugina stretta della neonata Peugeot 308.

“La prossima Astra aprirà un emozionante nuovo capitolo nella storia trentennale della nostra compatta”, ha dichiarato Michael Lohscheller, CEO Opel. “Siamo certi che la prossima generazione di Opel Astra lascerà un segno e porterà al nostro marchio molti nuovi clienti”.

Sulla nuova generazione dell’Opel Astra il marchio punta moltissimo, dopo le recenti prestazioni di vendite della versione attuale, al di sotto delle aspettative. L’auto sarà progettata sull’ultima evoluzione della piattaforma EMP2. A livello di dimensioni la berlina dovrebbe essere lunga attorno ai 435-438 cm, la station wagon potrebbe sfiorare i 470 cm.

Le linee della nuova Opel Astra saranno nette e tese. Nel frontale campeggia l’ultima evoluzione della mascherina Opel Vizor, evidenziata dai fari IntelliLux LED, simili a delle sopracciglia inarcate. Alcune immagini utilizzate nell’articolo sono state prese dal canale Youtube di MV Auto:

Nella parte posteriore, come molti fanno oggi, campeggerà in grande la scritta Astra nella parte centrale del portellone. Per gli interni avremo nuovi materiali più curati. Inoltre la strumentazione sarà interamente digitale. Un secondo maxi schermo ospiterà il sistema di infotainment.

A livello di motorizzazioni ci aspettiamo una gamma a benzina articolata sui 1.2 PureTech con potenze tra 100 e 155 CV. Avremo anche una o due varianti a gasolio da 1.5 litri. Confermato, invece, il debutto delle versioni ibride plug-in da 180 e da 225 CV dotate di cambio automatico e di 60 km di autonomia in elettrico. Da capire se più avanti arriverà una variante più potente denominata OPC, con una potenza attorno ai 300 CV.