La presentazione della Peugeot 208 sta facendo davvero scalpore. Sembra che la Casa francese con questa piccola del segmento B voglia tornare ad essere la regina delle vendite come aveva fatto a suo tempo con la Peugeot 206. La nuova Peugeot 208 verrà lanciata ufficialmente al salone di Ginevra in diverse versioni a benzina ed a gasolio. Le vendite inizieranno dal prossimo autunno, più avanti arriverà anche la nuova Peugeot 208 GTi.

A benzina avremo il 1.2 litri a 3 cilindri PureTech da 75, 100 e 130 CV. A gasolio ci sarà il solo 1.5 BlueHDi da 100 CV. Le due versioni più potenti a benzina monteranno il nuovo ed inedito cambio automatico ad 8 rapporti. L’elettrica Peugeot e-208 sarà lanciata da subito con il propulsore da 136 CV e con pacco batterie da 50 kWh, capace di 450 km di autonomia. Nulla è ancora trapelato riguardo alla Peugeot 208 GTi.

Sin dai tempi lontani della Peugeot 205, la Casa francese ci ha abituati molto bene. Le versioni sportive delle piccole della Casa del Leone hanno sempre segnato un’epoca. Ricordiamo le 205 GTi 1.6 ed 1.9, la Peugeot 106 Rally, la 206 GTi. Ultimamente sia la 207 che l’ultima 208 avevano perso un certo appeal specie tra i giovani appassionati delle piccole bombe dal prezzo accessibile.

Molto probabilmente con questo nuovo modello, che sembra partito con i migliori auspici, anche la nuova Peugeot 208 GTi farà nuovamente faville. Dalle prime notizie trapelate in rete, la nuova Peugeot 208 GTi potrebbe essere proposta in duplice versione.

Potrebbero arrivare la “normale” versione a benzina ed in un secondo momento anche una GTi elettrica. La Peugeot 208 GTi attesa per metà 2020 potrebbe montare lo stesso 1.6 litri turbo appena installato sull’ultima Peugeot 508. Con una potenza di 225 CV sarebbe la GTi più potente di sempre. Velocità massima attorno ai 240 km/h con scatto da 0 a 100 in meno di 6 secondi.

La versione a batterie della nuova Peugeot 208 GTi potrebbe avere circa 220 CV. Con batterie da 60 kWh l’autonomia potrebbe crescere sino a 500 km. Nota dolente potrebbe essere il prezzo attorno ai 40.000 euro, un po’ tanti per una (seppur sportiva) segmento B.