Verrà presentata ufficialmente al Salone di Los Angeles 2018 dal 30 novembre al 9 dicembre prossimo la nuova 911, nome del progetto 992. Questa vettura si annuncia innovativa in tanti aspetti, soprattutto quello dei motori. Debutterà, infatti, anche la versione ibrida della nuova . Non subito, ma nel corso indicativamente del 2020.

La Porsche 911 992 è l’ottava generazione della sportiva tedesca, diventata ormai un must dell’automobilismo mondiale. La nuova versione dovrebbe essere più leggera ed ovviamente più performante. Dal punto di vista estetico il frontale è rimasto piuttosto simile al modello ancora in commercio (cambia soprattutto la parte inferiore ai fari). Maggiori modifiche si notano nella parte posteriore con il nuovo fascione luminoso a LED che collega i fanali e la zona delle prese d’aria rivista.

Spazio da subito ai motori turbo. La entry level, la Porsche 911 Carrera dovrebbe avere il 3.0 litri turbo da circa 390-400 CV. Sempre da subito sarà lanciata la versione Carrera S dotata dello stesso propulsore con almeno 450 CV. Le prestazioni di questa versione dovrebbero essere di circa 312 km/h di velocità massima con uno scatto da 0 a 100 in circa 4 secondi.

Questa versione della Porsche 911 dovrebbe debuttare con il nuovo cambio automatico Porsche PDK ad 8 rapporti. Più in là nella seconda parte del 2019 arriverà anche il nuovo manuale a 7 marce. Sembra anche che sulla nuova Porsche 911 sarà introdotta un’inedita modalità di guida, definita “Wet” per ottimizzare la risposta dell’auto sul viscido e sul bagnato.

Per l’arrivo delle versioni più performanti dovremo aspettare il 2020. La nuova Porsche 911 Turbo dovrebbe avere poco più di 550 CV, la Turbo S oltre 600. Su queste due versioni potrebbe debuttare la tecnologia ibrida. Sempre in un secondo momento arriveranno le “pistaiole” GT3 e GT3 RS, rispettivamente con potenze nell’ordine dei 520-530 CV e di 540-550 CV. Sembra che Porsche voglia ancora un motore aspirato per queste versioni. Potrebbe essere ulteriormente evoluto il 4.0 litri, o potrebbe aumentare ancora leggermente la cubatura.

La nuova Porsche 911 ha subito in fase di sviluppo test davvero duri per testare la resistenza di ogni suo componente. Dai -35 °C della Finlandia con condizioni di neve sino ai quasi 50 °C del Medio oriente e della Death Valley. Nulla, come sempre accade in Porsche, è stato lasciato al caso con percorsi di test che hanno messo a dura prova ogni parte della vettura.