La seconda generazione della Captur è attesa entro la fine del 2019. Il suo debutto potrebbe avvenire al prossimo Salone di Francoforte che si svolgerà ad inizio autunno. Presentiamo come immagine il rendering fornito dalla pagina Youtube di Life Car TV:

La nuova dovrebbe crescere in dimensioni passando dagli attuali 412 cm sino ai circa 420 cm. A beneficiarne sarebbero sia la capacità di carico che l’abitabilità interna. Il crossover d’attacco di Renault di seconda generazione dovrebbe avere un bagagliaio di poco superiore ai 400 litri di base.

La nuova Renault Captur verrà progettata sulla piattaforma CMF-B, la stessa della nuova Clio appena presentata in anteprima e che farà il suo debutto a Ginevra. Per l’estetica non prevediamo stravolgimenti. Ci sarà un frontale dotato di nuove luci a LED con baffo laterale come appena visto sulla nuova Clio. Anche al posteriore tecnologia a LED ed una coda leggermente più alta rispetto all’attuale.

Il crossover di Renault sarà invece rivoluzionato negli interni. Molto probabilmente sarà riproposto il maxi schermo touch posizionato verticalmente (tipo tablet) con dimensioni di 9,3 pollici. La plancia avrà strumentazione parzialmente digitale con display tra i 7″ ed i 10″ a seconda dell’allestimento. Rispetto alla Captur attuale, la seconda generazione offrirà più tecnologia con addirittura il possibile arrivo della guida autonoma di secondo livello.

Possibile infatti l’introduzione del sistema Pro Pilot progettato dalla Nissan. Sotto l’aspetto motoristico, al lancio dovrebbero arrivare unità a benzina ed a gasolio. Prevista la possibile adozione del piccolo 900 TCe da 90-95 CV come entry level. Salendo di potenza ci sarà il 1.3 TCe nelle declinazioni da 116, 131 e 150 CV (quest’ultimo in forse).

A gasolio dovrebbe arrivare l’ormai noto 1.5 Blue dCi da 95 e 116 CV. Inoltre potrebbe debuttare il più grande 1.7 Blue dCi da 150 CV. In un secondo momento è attesa anche la Renault Captur ibrida plug in. Sotto il cofano potrebbe esserci un 1.6 aspirato da circa 110-120 CV unito ad una motorizzazione elettrica con batteria da circa 10 kWh. La potenza totale dovrebbe essere vicina ai 180-190 CV con un’autonomia in modalità elettrica di circa 50 km.

Le vendite della nuova Renault Captur dovrebbero partire tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 con un prezzo d’attacco indicativo attorno ai 17.500 euro. La trazione sarà solo anteriore, mentre saranno disponibili cambi manuali a 5 o 6 marce e l’automatico EDC a 6 rapporti.