Il lancio della nuova Seat Leon ha stupito tutti quanti. Inattesa, infatti, è arrivata anche la versione ST, ovvero Sport Tourer, variante wagon della segmento C spagnola. Le vendite della nuova Seat Leon inizieranno con il mese di maggio. La gamma verrà poi completata nell’autunno con le versioni ibrida plug-in e con la TGI a metano. Il design ricorda molto quello della Seat Tarraco con la nuova mascherina frontale, i fari affusolati ed il fascione LED al posteriore. Rivisto il logo con scritta in corsivo sul retro.

LA DUE VOLUMI

Cresciuta di quasi 9 cm la nuova Seat Leon a due volumi misura ora 437 cm. La larghezza è di 180 cm (- 2 cm) ed il passo è salito a 268 cm. Il bagagliaio rimane di 380 litri, aumenta di molto lo spazio a bordo sia per chi sta davanti che per chi siede dietro.

LA WAGON ST

Cresciuta di 9 cm la nuova Seat Leon ST che tocca ora i 464 cm ed i 617 litri di capacità nel vano bagagli. Capacità che dovrebbe essere leggermente ridotta (attorno ai 550 litri) nelle versioni a metano ed ibrida plug-in, ma ancora non abbiamo i dati ufficiali. E’ miglliorata dell’8 % l‘efficienza aerodinamica dell’auto. Cala anche la massa grazie alla nuova piattaforma MQB Evo.

MOTORI

La gamma della nuova Seat Leon partirà con il 1.0 TSI da 90 CV (solo per la due volumi), per poi salire ai 110 CV dello stesso propulsore. Avremo poi il 1.5 TSI da 130 e da 150 CV, entrambi con disattivazione dei cilindri in fase di veleggiamento. Top di gamma il 2.0 da 190 CV. Le versioni micro ibride denominate eTSI, adotteranno il 1.0 da 110 CV ed il 1.5 da 150 CV con sistema 48 V. A gasolio ci sarà il 2.0 TDI Evo da 115 e da 150 CV, quest’ultimo anche a trazione integrale. Entro l’autunno arriveranno la 1.5 TGI da 130 CV, immatricolabile come mono carburante, con capacità delle bombole di 17,3 kg. L’ibrida plug-in avrà 204 CV dati da un’unità termica da 1.4 litri abbinata ad un motore elettrico. Batteria da 13 kWh ed autonomia di 60 km in modalità elettrica. Le versioni più potenti arriveranno con marchio Cupra. Si tratterà della variante ibrida ricaricabile da 245 CV e di quella a benzina che potrebbe avere circa 310 CV.

INTERNI E TECNOLOGIA

Gli interni della nuova Seat Leon mostrano un cambiamento epocale. Spazio alla strumentazione digitale con due grandi display da 10,25 e 8,25 pollici che gestiscono rispettivamente il Digital Cockpit e l’infotainment. Illuminazione soffusa a LED per l’abitacolo, fari full LED fuori, disponibili anche con tecnologia Matrix LED. Infotainment basato su piattaforma Mib3 con eSim integrata per avere connessione WLAN, possibilità di chiamate d’emergenza e tanti servizi a bordo. Per la sicurezza sulla nuova Seat Leon avremo anche il predictive adaptive cruise control, l’emergency assist 3.0 ed il travel assist con side ed exit assist. Opzionalmente si portà avere il Dynamic Chassis Control (DCC) che consentirà di regolare gli ammortizzatori in base alle modalità di guida ed ai segnali raccolti da accelerometro di bordo, sterzo ed ammortizzatori.

PREZZI

Il listino della nuova Seat Leon partirà da circa 20.500 € per la versione da 90 CV. Serviranno circa 22.000 € per la 110 CV, 24.500 € per la 130 CV e circa 26.500 € per la 150 CV. La versione da 190 CV costerà attorno ai 30.000 €. Il diesel partirà dai 25.500 € nella variante da 115 CV e circa 28.500 per quella da 150 CV. La TGI costerà sui 26.000 €, mentre ci vorranno circa 35.000 € per l’ibrida. Circa 1.000 € in più per la tecnologia micro ibrida e 1.500 € in più per la station wagon ST.