Sembrano sempre più insistenti le voci su un possibile arrivo entro la fine del 2020 della Scala RS. La media di segmento C che va a sostituire la Rapid Spaceback segnerà una vera e propria svolta per la Casa Ceca. Ecco come potrebbe apparire in veste definitiva la RS secondo il video di Auto Bild dal quale abbiamo preso le foto:

Come si evince dal video e dalle foto l’auto avrà un design piuttosto aggressivo. Vistose cromature nel frontale e cerchi che di serie potrebbero essere da 18 pollici. L’assetto dovrebbe essere ribassato di circa 2 cm.

La Skoda Scala è stata progettata sulla piattaforma MQB A0. La stessa sulla quale sono nate la Volkswagen Polo, la Seat Ibiza e l’Audi A1 di ultima generazione. Questa piattaforma è stata debitamente allungata per permettere a Skoda di lanciare una vettura di segmento C. L’auto è lunga infatti 437 cm e presenta un bagagliaio con capacità di 467 litri. L’auto, disponibile presso i punti vendita della Casa Ceca da maggio, sarà lanciata con la versione di punta dotata del 1.5 TSI da 150 CV e ben 219 km/h di velocità massima.

Sembra, però, che Skoda stia pensando ad una versione targata vRS (reparto sportivo del marchio) che potrebbe arrivare con tecnologia ibrida plug-in. Sotto il cofano potrebbe essere proposto lo stesso 1.5 TSI da 150 CV, abbinato ad un propulsore elettrico da circa 100 CV per 250 CV complessivi. La velocità massima potrebbe essere vicina ai 240 km/h con 0-100 in circa 6,5 secondi. L’autonomia in modalità elettrica potrebbe avvicinarsi a 70 km.

Altro filone di pensiero opta per una versione meno spinta della Skoda Scala RS. Così come per le cugine Vw Polo, Audi A1 e Cupra Ibiza potrebbe arrivare anche sulla Scala il collaudatissimo 2.0 litri a 4 cilindri con 200 CV. In questo caso la velocità massima potrebbe essere di circa 230 km/h con 0-100 in poco mendo di 7 secondi. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della faccenda.