Sono sfuggite in rete alcune immagini della nuova Volkswagen Polo in vesti definitive. Si tratta del restyling della compatta di segmento B, campionessa di vendite ed a listino sin dal lontano 1975. Una carriera quindi di quasi 50 anni che verranno festeggiati probabilmente con la settima generazione.

La Volkswagen Polo è stata commercializzata sino ad oggi in oltre 18 milioni di esemplari nel mondo, un traguardo importante che la pone tra i pilastri del brand e tra i modelli più apprezzati della storia dell’automobile. Le immagini riportate nell’articolo sono state prese dal filmato Youtube di Benedict Darius 7. Inseriamo di seguito il link al video:

Come anticipato nel teaser ufficiale diffuso dalla Casa di Wolfsburg, la nuova Volkswagen Polo si rinnova nel look frontale con fanali (full LED) dal design inedito e con fascione a LED che campeggi sull’intera griglia frontale. Altri ritocchi sono stati apportati nella zona di pese d’aria e fendinebbia.

Al posteriore le luci si sono fatte più grandi. Il loro design si spinge verso il centro della carrozzeria come già visto per la Golf 8. Nuovo anche il paraurti.

Infine gli interni. La nuova Volkswagen Polo non presenta stravolgimenti nella plancia che vedeva già lo schermo centrale posizionato sopra le bocchette d’aerazione. Intravediamo comunque la strumentazione digitale. Il sistema di infotainment dovrebbe essere basato sulla piattaforma MIB III. Infine cambia la zona del controllo della climatizzazione, ora interamente touch, come visto nella prova della Volkswagen Tiguan realizzata ultimamente dal nostro sito. Avremo anche migliorie nel corredo di ADAS.

MOTORIZZAZIONI PREVISTE

A livello di motorizzazioni, potrebbe debuttare la tecnologia Mild Hybrid. Avremo una gamma di propulsori solo a benzina con il 1.0 a tre cilindri in configurazione aspirata da 80 CV e turbo da 95 e 110 CV. Quest’ultima potrebbe far debuttare il sistema MHEV a 48 V per abbattere consumi ed emissioni (1.0 eTSI). L’elettrificazione potrebbe coinvolgere anche il 1.5 turbo TSI a 4 cilindri, nelle varianti da 130 e da 150 CV. In dubbio la variante sportiva GTI da 210 CV. Attesa più avanti anche la versione a metano TGI da 90 CV. Il listino prezzi dovrebbe rimanere in linea con quello attuale con leggerissimi ritocchi verso l’alto.