Sono tre, stando alle ultime informazioni, i nuovi modelli Lancia che vedremo a partire dal 2024. Il piano di rilancio della Casa torinese necessiterà di alcuni anni prima di dare i prorpi frutti, per evitare di ricadere negli errori passati. L’ultima volta che si tentò di resuscitare il brand, rimarchiando i modelli Chrysler, è stato un flop totale. Le ultime generazioni di Flavia e Thema, accostate alla monovolume Grand Voyager, hanno saputo vendere in tre, meno di un settimo di quanto fa oggi la sempreverde Ypsilon. Parliamo del 2012 quando Voyager, Flavia e Thema hanno totalizzato circa 7.000 unità in Europa nel singolo anno. La Ypsilon vende in Italia ad oggi circa 50 mila unità annue.

Per cui il rilancio di Lancia richiederà tempi lunghi per poter pianificare e progettare modelli che vendano e che facciano tornare grande il glorioso marchio.

Dopo la nuova Ypsilon del 2024, il secondo modello in arrivo potrebbe essere un suv di medie dimensioni, il cui debutto potrebbe essere fissato per il 2026. Le ipotetiche immagini di questa vettura, utilizzate nell’artcolo, sono state realizzate da Mirko Del Prete, che ringraziamo per la concessione. Inseriamo di seguito i link alle sue pagine LinkedIn ed Instagram:

PROFILO LINKEDIN MIRKO DEL PRETE

PROFILO INSTAGRAM MIRKO DEL PRETE

Il nuovo suv Lancia potrebbe prendere il nome Musa. L’auto potrebbe essere fabbricata a Melfi in Italia su piattaforma STLA Medium. Si potrebbe trattare di un crossover di circa 430-440 cm. L’auto si inserirà nel segmento delle vetture premium puntando a far rinascere un polo del lusso italiano, insieme ad Alfa Romeo. Si punterà per Lancia all’impiego di materiali di alta gamma come Alcantara e pellami di qualità per gli interni. L’abitacolo sarà concettualmente votato alla cura della persona con particolare cura alla comodità dei sedili ed all’impianto audio.

A livello di motorizzazioni potremmo asppettarci alcune versioni piuttosto convenzionali a benzina, magari dotate di tecnologia micro ibrida. Potremmo aspettarci motori PureTech da 1.2 litri con sistema a 48 V o anche varianti del 1.6 PureTech.

La faranno da padrona senza dubbio le versioni elettriche. Il nuovo suv Lancia potrebbe adottare unità con potenze comprese tra 130 ed oltre 200 CV, a singolo o a doppio motore con trazione integrale elettrica. Batterie con capacità tra i 50 ed i 65 kWh potrebbero garantire autonomie tra i 400 ed i 600 km. Prezzo indicativo da circa 26-27 mila euro con vendite dalla metà del 2026. Ovviamente la notizia è da confermare. Ne sapremo di più non appena sarà presentato il piano di rilancio industriale di Lancia in Stellantis.