Maserati punta al rilancio. Atteso un secondo suv tra il 2019 ed il 2020 che sarà anche ibrido. Il prezzo d'attacco dovrebbe aggirarsi attorno ai 55.000 €

Anche sembra essere destinata ad un rilancio. Questo è quanto trapelato dall’assemblea del 29 novembre tra ed i sindacati. Nel cosiddetto “Piano Italia” ci sarà quindi anche un discreto spazio per Maserati, marchio che nonostante il lancio del Levante, fatica a crescere nelle quote di mercato. Maserati vende molto poco in Italia ed in Europa.

Qualcosa meglio fa in America, ma siamo sempre a percentuali inferiori allo 0,5 %. Lo testimoniano i dati sulle vendite in Italia. Il marchio ad ottobre ha venduto solo 235 auto in Italia, con una quota di mercato dello 0,16 %. Dall’inizio dell’anno le vetture del Tridente consegnate nel Belpaese sono 2.407 con un calo rispetto al 2017 del 6 %. Insomma Maserati non sta dando i frutti che FCA si attendeva.

I modelli di berline di lusso Ghibli e Quattroporte faticano ad imporsi nei confronti delle auto tedesche, Le sportive Granturismo e Grancabrio accusano ormai il peso degli anni ed infine sorprende come la Levante, pur essendo un suv, non riesca a decollare. Sino ad oggi è mancata anche la tecnologia per stare al passo con i tempi: niente motori diesel esagerati e nessuna motorizzazione ibrida, cosa che le avversarie propongono da tempo.

Il piano di rilancio di Maserati. Si parte innanzitutto dal nuovo modello atteso tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Un suv più piccolo della Maserati Levante. Indicativamente l’auto sarà lunga 470 cm e sarà costruita a Cassino dove attualmente vede la luce l’Alfa Romeo Stelvio. La D-suv Maserati condividerà la piattaforma Giorgio con la Stelvio ed alcune motorizzazioni.

Inizialmente vedremo sul nuovo suv della Casa del Tridente motori a benzina ed a gasolio. Più avanti, presumibilmente a 2020 avanzato o nei primi mesi del 2021, arriverà anche la tecnologia ibrida. Vediamo nel dettaglio quali motori aspettarci. I propulsori d’attacco dovrebbero essere il 2.0 litri turbo a benzina da 280 CV, mentre a gasolio si dovrebbe partire dal 2.2 Turbo Diesel da 210 CV.

Poi ci saranno i 3.0 litri turbo a benzina da 350 CV ed a gasolio da 250 CV. La versione GTS potrebbe avere inizialmente il 3.0 litri turbo da 430 CV. Ci sarà una versione sportiva anche del suv Maserati, probabilmente con il 2.9 litri V6 della Stelvio QV da 510 CV. Per quanto riguarda l’ibrido che come detto dovrebbe arrivare dopo potremmo avere il 2.0 litri turbo con unità elettrica portato a 350 CV. Successivamente anche la versione più potente potrebbe essere “ibridizzata” sino a toccare i 550 CV. Il prezzo d’attacco del nuovo suv Maserati dovrebbe aggirarsi attorno ai 55.000 euro.

Le versioni ibride saranno introdotte anche sul suv Maserati Levante entro il 2020. Infine la Maserati Granturismo e la Grancabrio saranno sostituite da una nuova vettura sportiva, forse chiamata Alfieri, che avrà anche una versione totalmente elettrica indicativamente nel 2022.