Ci saranno diverse modifiche nel regolamento della 2019. Il nuovo proprietario del Circus, vale a dire , sta capendo che o lo spettacolo aumenta, o la F1 è destinata a morire. La Scuderia Ferrari ha farro inoltre più volte capire che le gare devono essere combattute e non un trenino che procede dall’inizio alla fine senza sorpassi. Per novità nel regolamento della Formula 1 2019 c’è tempo sino a fine aprile, ma le decisioni di massima sono già state prese.

Per prima cosa verrà incrementata la capacità del serbatoio di carburante. Dagli attuali 105 kg si passerà a 110 kg. Questi 5 kg in più permetteranno ai piloti di spingere al massimo dall’inizio alla fine. Non come accade oggi che le vetture devono effettuare porzioni di gara ottimizzando i consumi. Inoltre il dispositivo Halo introdotto da quest’anno ha già appesantito le monoposto che quindi consumano qualcosa in più.

Per la Formula 1 2019 verrà quantificata in 80 kg la massa dei piloti, che sarà scorporata dal peso totale della vettura. La terza novità per la Formula 1 2019 riguarda l’introduzione obbligatoria dei guanti biometrici. Si tratterebbe di un dispositivo che garantirebbe più sicurezza ai piloti.

I guanti biometrici si differenziano da quelli normali poichè riportano in ogni istante sul palmo le condizioni bio-fisiche del pilota. Questo strumento sarebbe di enorme aiuto per chi va a soccorrere il pilota coinvolto in un grave incidente per poter organizzare al meglio l’assistenza.

L’ultima decisione che si dovrebbe prendere e che è ancora al vaglio dell’organizzazione, riguarda le modifiche aerodinamiche delle monoposto al fine di garantire più sorpassi. Nella Formula 1 2019 si vuole aumentare lo spettacolo. Tutti i team stanno attualmente collaborando per raggiungere un accordo sul punto. Si pensa anche ad un’ulteriore modifica del DRS in modo che si aumenti la superficie dell’ala mobile. Sono allo studio anche utilizzi diversi di questo sistema. Aumentare i segmenti in cui è permesso rendendolo free come in qualifica potrebbe essere una delle soluzioni possibili.

FIA e Liberty Media stanno inoltre già lavorando per la stagione 2021. Tra tre anni infatti dovrebbero cambiare ulteriormente i propulsori che rimarrebbero sì ibridi, ma senza recupero dell’energia del turbo. Si rimarrebbe quindi con un 1,6 litri ibrido turbo senza dispositivo MGU-H. Si segnala inoltre che la FIA incontrerà i motoristi attuali ed anche quelli che stanno decidendo se entrare in Formula 1. Aston Martin ed un brand del Gruppo Volkswagen sembrerebbero attirati da questo mondo.