Motori.news è stata lieta di provare la nuova Renault Captur E-Tech Plug-in Hybrid. La prova su strada, organizzata nel rispetto degli orari e della sicurezza da parte di Renault Italia, si è svolta a cavallo tra due bellissime regioni: Umbria e Lazio.

L’evento si è sviluppato su due concetti paralleli: rigenerazione della persona e rigenerazione delle batterie della vettura. Questo con il fine comune di un futuro e di un vivere migliore. La location scelta infatti è stato un rinomato hotel/monastero ubicato tra le colline umbre, molto noto alle persone che conoscono il mondo della meditazione.

Passiamo ora al testdrive e alle impressioni che ci siamo fatti al volante di questo B-SUV bestseller della Casa francese.

LINEE E DIMENSIONI

Le dimensioni sono le stesse del modello diesel che abbiamo provato in un altro testdrive è lunga infatti 4,22 metri, larga 1,80 metri per un altezza di 1,57 metri. L’abitabilità interna, buona per 5 persone ma ottima per 4 è rimasta invariata. Soltanto il bagagliaio perde in capienza per via del pacco batterie. Si passa dunque da 420 litri a 379. Le linee della Captur convincono, sono muscolose ma al contempo filanti ed armoniose anche grazie alla firma luminosa a “C” dei gruppi ottici anteriori e posteriori. I cerchi del modello in prova sono da 18″, molto belli ma sacrificano parte del comfort, tuttavia è un compromesso accettabile se le strade che si frequentano solitamente presentano un manto in condizioni buone.

PRESTAZIONI E CONSUMI

La motorizzazione della Captur sviluppa in totale 160 CV combinando motore termico ed elettrico. La batteria da 9,8 kWh e 400V di cui è dotata, garantisce un’autonomia che gli consente di circolare in modalità completamente elettrica per 50 km in ciclo misto (WLTP) e fino a 65 km in ciclo urbano (WLTP City). In modalità full electric la velocità massima raggiungibile è di 135 km/h mentre in un uso combinato si può arrivare fino a circa 175 km/h. I dati da noi rilevati presentano una media di circa 4,8 l/100 km per i consumi. Nella media rientra ogni tipo di percorso, dalla città alle montagne, passando poi anche per l’autostrada il tutto percorso senza particolare attenzione alla pressione applicata sull’acceleratore. Con una guida più “ragionata” ed in tratti particolarmente favorevoli, non risulta comunque difficile avvicinarsi a quanto dichiarato dalla Casa.

Si parte sempre in elettrico e si viaggia spesso emettendo zero emissioni. Il motore termico quindi, svolge solo funzioni semplici: offre supporto al motore elettrico nei momenti di accelerazione più forti e produce energia elettrica per la batteria. Quando entra in funzione lo fa a regime ottimale, che per questa unità va da 2000 a 4000 giri.

Tra le modalità di guida selezionabili, interessante è la Brake Mode, molto utile soprattutto nella guida cittadina. Con questo settaggio, la frenata rigenerativa aumenta, consentendo di massimizzare il recupero rilasciando l’acceleratore. In questo modo dopo un po’ di pratica è possibile guidare dimenticandosi del pedale del freno modulando la guida con il solo pedale dell’acceleratore.

Un’altra funzione importante è la E-Save, che limita l’utilizzo del motore elettrico e privilegia il motore termico per poter mantenere la riserva di ricarica (minimo il 40% della batteria) per passare alla guida elettrica, quando si desidera (ad esempio, per circolare in centro città).

Quanto concerne i tempi di ricarica, si va dalle 3 alle 5 ore a seconda dell’alimentazione.

COMFORT E OPTIONAL

Anche gli interni non sono cambiati, confermando nuovamente la buona qualità nelle rifiniture. Al centro della plancia spicca il display touch da 9,3 “, dal quale si gestisce l’intero sistema di infotainment. Nota positiva al navigatore, che si è sempre dimostrato efficace e reattivo diventando un compagno di viaggio gradito ed indispensabile. In termini di sicurezza, numerosi sono gli ADAS di serie tra i quali frenata d’emergenza automatica, assistente al cambio corsia con intervento attivo sullo sterzo e monitoraggio dell’angolo cieco.

CONCLUSIONI

Per le famiglie giovani che vogliono una vettura non troppo ingombrante, dall’aspetto alla moda, spaziosa e ben accessoriata la nuova Renault Captur E-Tech Hybrid è una delle scelte migliori sul mercato. La gamma è ora ancora più ricca grazie a questa versione ibrida plug-in il che, visto l’andamento del mercato, garantirà a questa vettura di continuare a primeggiare nelle vendite.

PREGI

Buone finiture

Polivalente

Bassi consumi

DIFETTI

Sospensioni dure

Mancanza del rotore fisico per la gestione del volume