Il forte pilota lucchese Riccardo Pera svela le carte per il suo 2021. Dopo un 2020 fortunato, che lo ha visto arrivare secondo nella celebre 24 ore di Le Mans, l’asso di Marlia è stato riconfermato nello squadrone Porsche per il mondiale Endurance.

Per la stagione 2021 Pera sarà al via del FIA WEC Endurance su Porsche 911 RSR-19 del team Project 1. Al suo fianco ci saranno il velocissimo Matteo Cairoli e l’esperto gentleman Egidio Perfetti. La vettura numero 56 correrà l’intera stagione delle prove di durata. Pera non ha nascosto come le ambizioni del tram siano elevate con la speranza di far bene nella categoria GTE-Am.

IL CALENDARIO FIA WEC

Dopo il prologo di Spa-Francorschamps  del 26-27 aprile, Riccardo Pera correrà la 6 ore di Spa il 1 maggio. Le prove successive saranno la 8 ore di Portimao del 13 giugno, la 6 ore di Monza del 18 luglio, la 6 ore del Fuji il 26 settembre ed infine la 8 ore del Bahrein il 20 novembre.

Culmine della stagione ci sarà la 24 ore di Le Mans che quest’anno si disputerà nei giorni del 21 e 22 agosto. Per Riccardo pera una conferma ai vertici dell’automobilismo mondiale dopo che, le brillanti prestazioni dello scorso hanno, hanno permesso una sua conferma in campo internazionale.

Ma Pera non si ferma qua. Già confermata la sua presenza anche nel Campionato Italiano Gran Turismo 2021 con Ebimotors. Il team di Cermenate (CO) che lo ha lanciato alcune stagioni fa, lo vedrà al via nella serie Sprint insieme al giovane Mattia Di Giusto. I due correranno sulla Porsche 718 Cayman GT4 Clubsport Manthey-Racing numero 251. La volontà è quella di lottare per l’alloro finale. Possibile, ma ancora da valutare, anche la sua presenza nella serie Endurance.

Il baby talento toscano ha dimostrato maturità in gare di durata che necessitano sempre concentrazione per stint di gara duraturi. Ricordiamo che Riccardo Pera, oltre che ad essere un ragazzo prodigio nel campo del motorsport, lavora nell’azienda di famiglia, la Carlo Pera Shoes. Da sempre ha avuto l’appoggio dei genitori che gli ha permesso di emergere. La sua costanza e determinazione hanno poi fatto la differenza.