Il mercato auto in Europa a febbraio ha fatto segnare un calo del 7,4 %. Le vendite auto sono calate un po’ in tutti i principali mercati del vecchio continente. Belgio – 6,3 %, Francia – 2,7 %, Germania – 10,8 %, Italia – 8,8 %, Polonia – 12 %, Spagna – 6 %. I dati sulle vendite auto in Europa nel mese di febbraio 2020 sono di seguito riportati:

https://www.acea.be/uploads/press_releases_files/20200318_PRPC_2002_FINAL.pdf

Quasi tutti i principali gruppi automobilistici hanno chiuso in negativo il secondo mese dell’anno. Sono solo i primissimi sintomi del Coronavirus che a febbraio ha toccato principalmente l’Italia e qualche zona ad essa limitrofa. Effetti devastanti si vedranno poi a marzo quando ci si attende un calo che potrebbe andare tra il 20 ed il 45 %.

A febbraio le vendite auto sono state positive solo per il gruppo BMW (+ 3,1 %), per il gruppo Toyota ( + 11,5 %) e Hyundai-Kia (+ 1,1 %). Limitano i danni il gruppo Volkswagen (- 5,3 %), Volvo (- 0,3 %) ed FCA (- 7 %). Profondo il passivo per gli altri gruppi che vanno peggio del mercato perdendo quote di mercato. Sotto al 10 % di calo c’è PSA (- 8,9 %), per i rimanenti un passivo a doppia cifra.

Le vendite auto in febbraio hanno premiato alcuni marchi premium come Porsche e BMW. Anche Audi e Mercedes, pur chudendo il mese in passivo, hanno fatto registrare un calo inferiore alla media del mercato. Bene Fiat e Lancia con un segno più che fa ben sperare per il futuro.

Ricordiamo che i dati che riportiamo sono ufficiali. Fuori dall’Unione Europea, ma sempre conteggiati nel documento che abbiamo allegato ci sono le informazioni sulle vendite auto anche in Gran Bretagna, calate di quasi il 3 %. Pochi numeri in controtendenza tra i quali spicca il + 36, 9 % dellla Lituania. Vi terremo aggiornati sugli effetti futuri dell Coronavirus nelle vendite auto, attese ad un crollo vertiginoso a marzo.