Abbiamo trovato in rete un video davvero particolare in cui una Volkswagen Lupo altamente modificata effettua delle prove di accelerazione sul quarto di miglio. Non si tratta della piccola utilitaria di serie che la Casa di Wolfsburg ha prodotto tra il 1998 ed il 2005, ma di una vettura preparata per le corse e con addirittura 1.800 CV. Dimenticatevi anche la Volkswagen Lupo GTI che montava il 1.6 litri da 125 CV e toccava i 205 km/h. L’auto del video è ben altra cosa!! Ecco il link al video preso dal canale Youtube di Mk1Kieran dal quale abbiamo preso anche le immagini riportate nell’articolo:

1.800 CV su un’utilitaria? Ebbene si. Questa incredibile potenza è stata ottenuta unendo ben due motori 2.0 litri della Volkswagen Golf R, debitamente modificati e potenziati. Ciascuno dei due propulsori agisce su uno dei due assi. La Volkswagen Lupo del video è quindi a trazione integrale.

Nella prova sul quarto di miglio, questa vettura ha fatto segnare come miglior tempo uno scadente  9,2 secondi con una velocità d’uscita di oltre 161 mph, pari a quasi 260 km/h. Perché abbiamo detto scadente? Beh vi sarete resi conto tutti quanti dei seri problemi di stabilità che presentava questa Volkswagen Lupo in accelerazione. Più di una volta la vettura ha invaso la corsia parallela, per fortuna senza causare danni (solo qualche cono segnalatore preso in pieno!!). Le prove sono state effettuate al Santa Pod Raceway in Gran Bretagna.

Nello step precedente questa vettura presentava una potenza complessiva di “soli” 1.200 CV. In una prova in Romania l’auto aveva bruciato il quarto di miglio in meno di 8,8 secondi con una velocità d’uscita superiore ai 272 km/h. Riportiamo anche questo secondo filmato, preso dal canale Youtube di M5Phenomenon, per mostrarvi la differenza:

Questo è il tipico esempio che in un’auto non basta avere cavalli per ottenere grandi prestazioni. Serve un lavoro certosino in tutti i campi. Scaricare a terra 1.800 CV non è facile. Godetevi comunque i filmati e continuate a seguirci!!