Rivista a fine 2020, la seconda generazione della Volkswagen Tiguan presenta una gamma di motorizzazioni ed allestimenti tra le più complete presenti sul mercato e di pari categoria. Post facelift sono state introdotte anche le potenti varianti ibrida plug-in da 245 CV ed R, dotata del superbo 4 cilindri da 2.0 litri turbo TSI con ben 320 CV. Alla base della gamma rimangono i 1.5 TSI a benzina, provato poco tempo fa ed il collaudatissimo 2.0 TDI, reso ancora più pulito ell’ultima versione. Motori.news ha testato la versione 2.0 TDI 4Motion dotata di cambio automatico DSG, in allestimento Elegance. Ecco la prova.

LINEA E DIMENSIONI

Sqauadra che vince non si cambia. Visto il successo riscosso negli ultimi anni, il facelift di fine 2020 della Volkswagen Tiguan non ha stravolto l’auto, regalandole una rinfrescata estetica fuori, nuovi colori ed un abitacolo rivisto ed ottimizzato. In particolare dentro è stato aggiornato l’impianto di climatizzazione, ora completamente touch. Fuori è stato il frontale oggetto dei maggiori ritocchi con una mascherina rivisitata ed inediti gruppi ottici full LED Matrix di serie. Danno un tocco di classe in più i cerchi da 19 pollici, opzionali, montati sull’auto in prova.

Le dimensioni della Volkswagen Tiguan sono di 451 cm in lunghezza, 184 cm in larghezza e 168 cm in altezza. Il passo è pari a 2,68 metri, a garanzia di un’elevata abitabilità anche per chi siede dietro. Ai vertici della categoria il vano bagagli con 615 litri di capienza in condizioni normali e ben 1.655 litri abbattendo i sedili posteriori. Il serbatoio arriva a contenere 58 litri di gasolio. La massa di questa versione della Volkswagen Tiguan, in ordine di marcia, è di 1.715 kg, piutosto elevata, vista anche la presenza della trazione integrale.

Proprio quest’ultima permette un ottimo comportamento sui fondi scivolosi. L’altezza minima da terra pari a 20 cm e gli angoli di attaccco, di dosso e d’uscita non particolarmente elevati, fanno sì che questa Tiguan non prediliga come suo pane quotidiano i persorsi in off-road difficili.

PRESTAZIONI E CONSUMI

Il motore che equipaggiava la Volkswagen Tiguan in prova era il noto 2.0 TDI di ultima generazione, omologato Euro 6d. La potenza di 150 CV permette all’auto di non essere mai impacciata. Certo qualche cavallo in più avrebbe regalato maggior brio, vista anche la massa elevata della vettura. La velocità massima è di 198 km/h, lo scatto da 0 a 100 viene compiuto in 9,3 secondi. Accelerazione e ripresa risultano buone vista l’elevata coppia del propulsore, pari a 360 Nm disponibili già a 1.600 giri/min.

Molto efficace il cambio automatico DSG a doppia frizione, uno dei migliori in circolazione, sempre ben tarato e veloce nei cambi di marcia. Buone sia la tenuta di strada che la frenata. Le enormi gomme da 235/50 mantengono l’auto ben piantata a terra, nonostante il baricentro alto della vettura.

A livello di consumi la Volkswagen Tiguan ha fatto segnare valori nella norma con percorrenze medie fino a 17-18 km/litro e circa di 14-15 km/litro in autostrada. Anche qui si sente il peso della trazione integrale, ma non troppo da far considerare questo suv assetato.

COMFORT ED OPTIONAL

Posto guida in posizione elevata, abitacolo ben rifinito con materiali morbidi al tatto e particolari curati come da auto di segmento premium. La Volkswagen Tiguan in allestimento Elegance presenta una qualità costruttiva alta ed anche il look risulta più “modaliolo” rispetto alle versioni Life. Tutto, però, si paga a caro prezzo. Il listino d’attacco della Elegance 2.0 TDI da 150 CV e trazione integrale 4Motion parte da 44.800 €, che sono diventati quasi 48 mila nella versione in prova. Hanno aumentato il prezzo il tettuccio apribile, i cerchi da 19 pollici, la vernice metallizzata ed il sistema di parcheggio automatico Park Assist.

Per il resto di serie ci sono 2 prese USB anteriori, hi-fi con 8 altoparlanti, luci interne modificabili in 30 tonalità, clima automatico trizona, vetri posteriori oscurati e strumentazione digitale. Ed ancora Driving Profile Selection, luci di svolta, infotainment su piattaforma MIB III, navigatore, connettività AppleCar Play ed Android Auto e radio DAB. Per la sicurezza ci sono senza costi aggiuntivi l’Adaptive Cruise Control, il Front Assist, il sistema di mantenimento della corsia, l’assistente di cambio corsia ed uscita parcheggio, il rilevatore di stanchezza del conducente ed il sistema di riconoscimento dei segnali stradali. Anche la retrocamera è compresa nel prezzo. L’ampia possibilità di pacchetti e personalizzazioni può portare il prezzo anche ben oltre i 50 mila euro, valore elevato se pensiamo che l’auto ha 150 CV.

CONCLUSIONI

Quesa versione di Volkswagen Tiguan è indicata alle famiglie che percorrono parecchia strada e che si trovano a dover spesso fare i conti con asfalti innevati, scivolosi o comunque in condizioni non ottimali. Da tenere d’occhio il portafoglio, il prezzo non è per tutti e può salire a livelli elevatissimi attingendo a piene mani dalla lista degli optional.

PREGI

Vettura ottimamente rifinita

Eccellente cambio

Equipaggiamento completo

DIFETTI

Prezzo elevato

Prestazioni migliorabili

Auto non adatta alla guida su sterrato impegnativo