Siamo finalmente arrivati al tanto atteso FCA Investor Day, quello che si annuncia il giorno del cambiamento. Di tutti i brand FCA conosceremo i progetti per i prossimi quattro anni e mezzo. Iniziamo ad analizzare la situazione di Alfa Romeo. La Casa di Arese è attesa ad una svolta. le vendite secondo quanto previsto dal piano dovranno toccare quota 400 mila unità entro il 2022. La previsione questa volta è più realistica (Marchionne aveva già previsto questa cifra per il 2018) visto che neo, 2018 Alfa Romeo dovrebbe avvicinare le 200 mila unità commercializzate.

Tanto spazio alle auto sportive e, finalmente, alla tecnologia ibrida. Vediamo passo a passo quali sono le tappe previste per l’espansione del marchio nel mondo. Intanto la copertura di più mercati con l’espansione in Asia e soprattutto in Cina. Per queste aree verranno sviluppate le versioni a passo lungo di Giulia e Stelvio. Tornando ad Europa e Stati Uniti, tanta sportività e tecnologia in vista per Alfa Romeo.

Piano industriale 2018-2022 Alfa Romeo

Entro il 2022 ci saranno i restyling di Stelvio e Giulia. Nel 2020 dovrebbe arrivare la nuova Alfa Romeo Giulietta (probabilmente a trazione posteriore). Sul piano è segnata come restyling, ma vista l’età del progetto è più fattibile l’arrivo del nuovo modello. Parallelamente alla nuova Giulietta ci sarà un suv di dimensioni attorno ai 440 cm appartenente al segmento C. L’auto, progettata sempre sul pianale della nuova Giulietta avrà potenze sino a 400 CV ed unità anche ibride. Più in alto nella gamma è previsto tra il 2020 ed il 2021 un mega suv (segmento E) vicino ai 5 metri di lunghezza.

Alfa Romeo ha inoltre in progetto due vere e proprie auto sportive. Saranno rispolverati due nomi celebri del marchio. Alfa Romeo GTV, su base Giulia. Si tratta di una coupè a 3 porte che al top di gamma avrà il 2.9 litri V6 da 510 CV affiancato ad un’unità elettrica per una potenza complessiva di oltre 600 CV. L’Alfa Romeo GTV potrebbe arrivare già nei primi mesi del 2019. Poi subito dopo ecco la supercar. Alfa Romeo 8C, una belva da almeno 700 CV, con scocca in carbonio e motore V6 bi-turbo. L’Alfa Romeo 8C dovrebbe superare i 330 km/h di velocità massima con uno 0-100 in meno di 3 secondi.

Nel piano industriale di della Casa del Biscione, purtroppo, non si fanno accenni ad un restyling della 4C e, meno che meno, ad una nuova Alfa Romeo Mito. Per quanto riguarda la tecnologia, entro il 2022 tanto spazio all’ibrido e sempre meno a diesel. I propulsori ibridi saranno di tipo mild, full e plug-in con sei modelli dotati di questa tecnologia. Anche la guida autonoma di livello 2 e 3 approderà sui prossimi modelli della Casa di Arese.