La sesta generazione della muscle car americana Ford Mustang, è disponibile in Italia (per la prima volta non di importazione) dal 2015. L’auto, nata l’anno precedente, si ispira in tutto e per tutto alla progenitrice nata nel 1964 come auto di massa e per i giovani nel pieno del boom economico americano. L’auto che abbiamo provato è la versione dotata del motore più “europeo”, vale a dire il 2.3 EcoBoost da 317 CV, in allestimento Convertible, ecco come è andata.

LINEA E DIMENSIONI

La Ford Mustang di sesta generazione è l’emblema delle auto sportive americane. Un’enorme gran turismo dall’aspetto muscoloso, fatta per percorrere lunghe distanze sulle grandi strade USA. In Europa ed in Italia siamo meno abituati a questo tipo di auto tutte spigoli e con un cofano infinito, ma dobbiamo dire che pian piano anche le muscle car stanno entrando nel nostro DNA. Questo perchè Ford ha optato per un propulsore meno mastodontico e dai consumi più abituali per la clientela nostrana.

Questa vettura è stata totalmente rivista rispetto al modello precedente.  Il telaio è tutto nuovo così come lo sono le sospensioni posteriori multilink che prendono il posto del classico assiale rigido. La linea si ispira alle antenate con cofano lungo, vistosa mascherina frontale dotata del simbolo per eccellenza della sportiva Mustang, vale a dire il cavallo che corre. Dietro segnaliamo il design dei fanali posteriori a LED con tre fasci per lato ed il doppio scarico cromato. L’auto è impreziosita anche da vistosi cerchi in lega da 19 pollici. La Ford Mustang è lunga 4,78 metri, alta 139 cm e larga 192 cm. Il passo è di 272 cm, il che le permette di essere una vettura sportiva 2+2 posti, con discrete doti di spazio a bordo. L’accesso ai sedili posteriori è comunque un po’ angusto ed i sedili anteriori non ritornano in posizione quando abbassati e portati in avanti. Nonostante la presenza del tettuccio ripiegabile in tela, il bagagliaio arriva ad avere una capienza di 332 litri. La massa della vettura è piuttosto elevata e supera di poco i 1.700 kg. Buona la capacità del serbatoio pari a 59 litri.

PRESTAZIONI E CONSUMI

La Ford Mustang è un’auto sportiva. Lo dicono i dati tecnici che ora andremo ad elencare. Il propulsore è un 2.3 litri EcoBoost dotato di turbocompressore con ben 317 CV di potenza ed una coppia massima di 432 Nm già disponibile a 2.500 giri/min. Questo motore a 4 cilindri ci ha ben impressionati per l’elasticità di erogazione della potenza e per i consumi, che nonostante la massa elevata dell’auto non si sono rivelati esagerati come potevamo aspettarci. La percorrenza media a velocità autostradale è stata di 12 km/litro. Si scende sotto i 10 km/litro solo se si sceglie una guida brillante e si cerca il divertimento. La velocità massima di questa Ford Mustang è di 250 km/h, mentre lo scatto da 0 a 100 avviene in 5,9 secondi.  La trazione è posteriore, abbinata ad un cambio automatico a 6 rapporti. Disattivando i controlli elettronici (modalità Race Track) risulta piuttosto semplice divertirsi con qualche sovrasterzo di potenza che fa scodare il retrotreno.  La tenuta di strada risulta comunque buona grazie al differenziale posteriore Torsen, così come la frenata, merito di un potente impianto frenante made in Brembo con dischi anteriori da 352 mm e pinze a 4 pistoni. Per maggiori emozioni, ma mettendo pesantemente mano al portafogli per via dei consumi, si può optare anche per la versione dotata del motore 5.0 V8 da 450 CV dotato anche di sistema launch control per partenze da brividi.

COMFORT ED OPTIONAL

La Ford Mustang è un’auto da usare nel fine settimana. Permette qualche spostamento anche con famiglia, ma non assicura certo lo steso comfort che possono assicurare una station wagon o un suv. Detto questo il posto di guida risulta ben progettato ed accogliente con sedili sportivi e ben contenitivi nel caso vi piaccia la guida sportiva. L’assetto è un po’ rigido quando si scelgono le regolazioni più “spinte”, altrimenti asseconda in maniera efficace le buche e le sconnessioni (modalità Comfort). Ben modulato l’impianto di climatizzazione. La capote in tela offre una minor insonorizzazione rispetto alla versione coupè, ma sentire il ruggito del 2.3 litri EcoBoost fa parte del gioco e risulta un piacere per gli amanti delle vetture sportive.

I fruscii presenti a velocità elevate non sono troppo fastidiosi. I sedili posteriori, seppur comodi, sono consigliati a chi è alto meno di 170 cm. Sula Ford Mustang Convertible troviamo inoltre di serie il sistema di infotainment Sync 2 con schermo touch da 8” ed impianto audio a 9 altoparlanti. Il monitor centrale funge anche da monitor per la retrocamera, anch’essa di serie che facilità il guidatore nelle manovre in retromarcia. Molto buono il rapporto qualità/prezzo. Questa versione viene meno di 48.000 €, un prezzo al di fuori della portate delle GT europee di pari potenza, che si paga accettando qualche mancanza nelle finiture. Consigliamo questa muscle car americana a chi vuole una vettura appariscente con la quale divertirsi nei track days, e con la pretesa di qualche giro estivo a cielo aperto.

PREGI

Rapporto qualità/prezzo elevato

Auto divertente da guidare

Design riuscito

DIFETTI

Visibilità ed accessibilità posteriori

Fruscii ad andature elevate

Alcune finiture migliorabili