La nuova Land Rover Defender è diventata troppo grande, ingombrante ed alla moda per i gusti dei puristi e dei nostalgici del vecchio modello? Niente paura Land Rover sta seriamente pensando a proporre a listino un nuovo fuoristrada d’attacco che per ora chiameremo baby Defender.

Le immagini utilizzate per l’articolo sono dei render estrapolati dal video pubblicato sul canale Youtube di Car Mechanic. Ecco il link al filmato riportato per correttezza:

La vecchia Land Rover Defender, fuori commercio, in versione 90, misurava soli 404 cm di lunghezza. Il modello presentato nel 2019 è cresciuto sino a 432 cm. Anche la larghezza è aumentata parecchio passando dai 179 ai 200 cm. Il probabile arrivo di una baby Defender andrebbe così a rimpiazzare, se non altro per dimensioni (e di conseguenza per prezzi) quello che è stato il mito dei fuoristrada per quasi 70 anni.

La nuova baby Defender potrebbe vedere la luce entro la fine del 2021. L’auto potrebbe nascere sulla piattaforma Omega-Arc (Optimal Modular Efficient Global Advanced Architecture). Quest’ultima sarebbe sviluppata da Tata Motors con il fine di produrre modelli di piccole/medie dimensioni destinati al mercato globale. La piattaforma non sarebbe altro che una versione rivista, alleggerita ed accorciata del pianale D8 attualmente utilizzato per Land Rover Discovery Sport e Range Rover Evoque.

Parlando di dimensioni la nuova baby Defender potrebbe essere proposta con una lunghezza compresa tra i 412 ed i 418 cm diventando così il 4×4 (suv) d’attacco del marchio ed una temibile avversaria della Suzuki Jimny. Anche le motorizzazioni sarebbero in linea con il modello, quindi meno potenti, inquinanti e destinate a contenere i costi.

Il propulsore d’attacco probabilmente non sarà progettato da Jaguar-Land Rover, poichè non ci sarebbero altri modelli sui quali impiegarlo e si rivelerebbe dunque un progetto troppo costoso. Si potrebbe pensare all’acquisizione di un unità BMW così come sarà per il V8 4,4 litri sovralimentato destinato alle future vetture di grandi dimensioni J-LR. Ipotizziamo al momento il 1.5 a tre cilindri da 102 e da 140 CV adottato su Mini e BMW Serie 1. A gasolio potrebbe esserci un nuovo prestito con il 1.5 da 116 CV. Le versioni top di gamma potrebbero avere i 2.0 Ingenium a benzina (micro ibrido) e diesel da 200 CV. Ci sarà probabilmente anche il 2.0 diesel da 150 CV.

Non è da escludere anche il potenziale arrivo di una variante totalmente elettrica con circa 200 CV. La baby Defender, se confermato il suo arrivo, sarà disponibile solamente a trazione integrale abbinata a cambio manuale a 6 rapporti o ad automatico a 9 marce. Tante le varianti previste a listino con quelle più estreme dotate anche di marce ridotte. La nuova baby Defender potrebbe essere in vendita a partire dal’inizio del 2022 con un prezzo d’attacco inferiore ai 30.000 €.