MotoGP, Fabio Quartararo pronto a ruggire di nuovo: guanto di sfida agli avversari

Fabio Quartararo vuole il titolo MotoGP 2022. A Phillip Island si ricomincia praticamente da zero, sarà un finale incandescente. 

fabio-quartararo-motogp-attacco
Fabio Quartararo, ora è attacco totale – MotoriNews

L’infausto Gran Premio in Thailandia è ormai alle spalle, ora bisogna voltare pagina. Mancano tre round alla fine del 2022 e la tensione è alle stelle, con pochissimi punti a separare i contendenti per la corona iridata. Fabio Quartararo rimane al comando, ma Pecco Bagnaia gli è ormai negli scarichi con due soli punti di svantaggio. Non è lontano nemmeno Aleix Espargaro a -20, meno di una vittoria in gara come ritardo. La classifica è quindi molto più corta, ma l’iridato MotoGP 2021 non si lascia intimorire. Certo al Buriram ha incassato una cocente delusione, ma ha ricaricato le batterie ed è pronto alla sfida a Phillip Island.

Quartararo, massima concentrazione

Il campione Yamaha ormai sta studiando qualsiasi cosa per non avere la benché minima distrazione. Dopo la dieta per ‘spingere’ la sua M1, ha deciso di sbarazzarsi anche di un altro problema. Stiamo parlando dell’account Instagram, disattivato a circa 48 ore dalla magra performance in Thailandia. Non una brutta idea, visto che anche il diretto rivale Pecco Bagnaia ha evidenziato più volte il problema dei social. Tradotto, i beceri attacchi dei soliti leoni da tastiera, che non perdono mai l’occasione per farsi notare… Si può dire anzi che Quartararo sia letteralmente sparito anche dai suoi profili social in questo periodo. Sintomo di tensione? Più probabilmente la determinazione a rimanere concentrato al massimo sull’obiettivo finale, ovvero il bis MotoGP dopo la corona conquistata l’anno scorso. Non è semplice, anzi la salita si è fatta sempre più impervia nel corso del campionato, ma Quartararo è carico.

Precedenti altalenanti

Se guardiamo ai risultati prima dello stop per la pandemia, Phillip Island non rientra tra i suoi favoriti. Iniziando dalla Moto3, nel 2015 deve fermarsi per una caviglia dolorante e nel 2016 è 12° alla fine di una gara incolore. Passando alla Moto2, è KO nel 2017 e 10° nel 2018. Arriva poi la sua unica edizione disputata in MotoGP, ma ha davvero poca fortuna: un highside di Petrucci, appena dietro di lui, provoca un incidente ed il conseguente ritiro. Ma sarà il secondo ‘tentativo’ in classe regina, stando ai precedenti dovrebbe andare molto meglio… Dopo una settimana di allenamento intensivo, Quartararo è pronto per la sfida sul mitico tracciato australiano. “Le prossime due gare saranno consecutive, molto importanti. Ma non sono preoccupato ha sottolineato in vista del GP. “Ora siamo in parità, noi dovremo fare del nostro meglio e guadagnare quanti più punti possibili.” Basso profilo, ma fino ad un certo punto: Quartararo è pronto ad attaccare.