Il progetto di una vettura sportiva con brand Alfa Romeo è stato cancellato da tempo. La supercar di FCA nascerà con il simbolo del Tridente. Stiamo parlando della Maserati MC20 che debutterà il prossimo mese di settembre.

Di lei si sa già tutto, comprese le caratteristiche del motore, identificato con il suggestivo nome Nettuno. Un poderoso V6 turbo da 3.0 litri con ben 630 CV arriverà sotto al cofano della nuova sportiva italiana che prenderà il posto di quella che sarebbe dovuta nascere come Alfa Romeo 6C.

Photo Credits | Pagina Facebook “Pogea Racing GmbH”

Viene confermata dunque l’assenza di una sportiva con il brand della Casa di Arese per i prossimi anni? La risposta è “ni”, nel senso che attualmente non ci sono nuovi modelli ad alte prestazioni previsti per Alfa Romeo. Dall’altro lato, però, ancora non è stato reso noto il piano industriale di sviluppo del nuovo gruppo Stellantis che unirà FCA e PSA.

A capo avremo Carlos Tavares che dovrà, insieme al team di direzione, prendere delle scelte difficili quanto importanti per dare un proprio DNA ed un futuro concreto ad ogni singolo marchio della nuova alleanza. Nel 2021 conosceremo le basi di questo piano che si concretizzerà negli anni a venire.

La volontà, espressa chiaramente sia da Manley che da Tavares, è quella di garantire un’identità ai vari brand, nel rispetto della loro tradizione. Il passato di Alfa Romeo non può quindi che identificarsi con il mondo delle corse e delle vetture sportive. Insomma da questi presupposti lo spazio per una supercar marchiata Alfa Romeo potrebbe tornare a farsi largo.

Piattaforma, tecnologia saranno già presenti grazie a Maserati, si tratterà solo di avere la volontà di rimarchiare la MC20 con il logo della Casa di Arese. Un’utopia? Forse non del tutto, magari una nuova 6C in edizione limitata potrebbe vedere la luce per dare lustro al brand italiano. Le prestazioni, grazie ai 630 CV, sarebbero incredibili, così come il prezzo, ben superiore ai 200 mila euro. D’altra parte per rinascere Alfa Romeo ha bisogno di nuovi modelli e, grazie a PSA, questi potrebbero concretizzarsi. Non ci resta che attendere nuovi sviluppi.