Con l’approdo di Jeep (ex FCA) in Stellantis, anche il marchio che ha tenuto a galla i conti delle case automobilistiche italiane sarà interessato da un’importante rivoluzione di prodotto. Le novità in arrivo per il brand americano non potranno non tenere conto delle innovazioni tecnologiche che ci saranno con Stellantis. Prima tra queste un processo di elettrificazione sempre più spinto nel corso dei prossimi anni.

Nel 2022 ci sarà il debutto della nuova Jeep Grand Cherokee, suv di dimensioni importanti, anche ibrido, che taglierà di netto i ponti con il modello attuale. Sempre per il prossimo anno, tra i suv e crossover più attesi, c’è il debutto del secondo restyling per la Renegade.

Il modello è in commercio da ben 7 anni e sarebbe il momento di una nuova generazione. Visto l’approdo in Stellantis e la necessità di temporeggiare per avere nuovi modelli con caratteristiche comuni a tutti i marchi, anche la Renegade, come la Fiat 500X 2022, riceverà un nuovo facelift. In questo modo la carriera dell’attuale modello continuerà almeno sino al 2024, quando sarà il momento del lancio della nuova versione basata su nuova piattaforma e tecnologia.

La Jeep Renegade 2022 otterrà un look rivisto, schermi più grandi dentro, strumentazione innovativa e più sistemi di ausilio alla guida. Rimarranno le due versioni ibride plug-in da 190 e 240 CV. Possibile il debutto del nuovo motore 1.5 turbo Firefly a benzina micro ibrido da 130, 160 e 190 CV. Potrebbe dire addio definitivamente la motorizzazione a gasolio.

Entro la fine del 2023, poi, dovremmo assistere ad un nuovo modello per la Casa americana. Potrebbe arrivare infatti un B-suv di circa 410-415 cm, basato sulla piattaforma CMP. L’auto sarà probabilmente anche elettrica. Insieme ad essa potrebbero debuttare dei pari crossover di marchio Alfa Romeo (Brennero/Palade, ormai data per certa) e Fiat. L’immagine di copertina è un render creato dall’artista Mirko Del Prete, non si tratta di foto ufficiale.

Il baby suv Jeep potrebbe arrivare con motori 1.2 PureTech da 105 e 135 CV micro ibridi e con due versioni elettriche. La base da circa 140 CV a trazione anteriore ed una più potente da circa 170-180 CV, dotata di secondo propulsore posteriore, con trazione integrale elettrica. Autonomia tra i 400 ed i 450 Km. Il modello si chiamerà Willys? Staremo a vedere.