Sono passati pochi giorni dalla comunicazione ufficiale di Porsche che sarà al salone di Monaco 2021 con una concept di un nuovo modello elettrico. La verità si saprà solo il 6 settembre. Di cosa si potrebbe trattare?

La risposta è ancora un po’ incerta, anche se alla convention bavarese potremmo aspettarci il prototipo che potrebbe prefigurare le future Porsche 718 Cayman e Boxster, il cui debutto è atteso per il 2024.

Nulla di definitivo ovviamente, saremo alle prese con uno studio di design funzionante ed in scala 1:1, ma avremo l’idea di come il brand tedesco si muoverà negli anni a venire.

L’immagine di copertina è stata presa dal filmato Youtube del canale Onlynewcars. Inseriamo di seguito il link al video:

La Taycan, primo modello interamente a batterie del marchio, ha fatto il suo debutto a fine 2019. Già nel critico 2020 ne sono stati consegnati ben 20 mila esemplari. Nel 2021, grazie anche all’arrivo della versione Cross Turismo, si punta a quota 40 mila. Di seguito i dati di vendita della Taycan nel 2019-2020, fonte Carsalesbase:

La tecnologia elettrica sta riscuotendo un enorme successo. Per cui, voglia o non voglia, dovremo abituarci sempre più ad una svolta verso le auto a zero emissioni, sportive o meno che esse siano.

Il primo dettaglio della concept che Porsche porterà a Monaco riguarda le luci anteriori. Il look rimanda alla Taycan. Non si vede molto altro anche se le parvenze potrebbero essere quelle di una baby sportiva.

Se verrà anticipata la futura 718 Cayman/Boxster, che caratteristiche avrà e su quale pianale nascerà?

Potremmo aspettarci una piccola supercar a motore centrale, basata sulla piattaforma PPE, appositamente rivista ed accorciata. Sembra esclusa la possibilità che l’auto nasca sulla piattaforma MEB. Lunghezza dell’auto sempre attorno ai 440 cm.

Le possibili motorizzazioni della futura elettrica d’attacco di Porsche potrebbero andare dai 300 ai 450-480 CV. Batterie con capacità tra i 60 e gli 80 kWh per autonomie tra i 400 ed i 500 km. Motore centrale o doppio propulsore e trazione integrale?

Ancora aleggiano parecchi dubbi su cosa potrebbe arrivare. Non ci resta che aspettare il 6 settembre.