Il rilancio di Alfa Romeo dovrà partire a suon di nuovi modelli. Il 2021 sarà, per la Casa del Biscione, un altro anno fortemente critico. La permanenza delle sole Giulia e Stelvio a listino, senza motorizzazioni elettrificate (almeno sino al restyling) come avviene per le concorrenti, sarà un ostacolo difficile da superare.

Le avversarie stanno innovando di più e prima di quanto sta facendo Alfa Romeo. Per cui le vendite nei prossimi mesi faranno segnare ancora risultati scadenti. L’addio all’Alfa Romeo Giulietta sarà un ulteriore fattore di decrescita. Sino all’arrivo ed alla commercializzazione della nuova Tonale, quindi, Alfa Romeo rimarrà relegata ad un mercato di nicchia.

Nel 2022 avremo il vero e proprio lancio commerciale della Tonale, che andrà a colmare il buco del segmento C. Entro la fine del prossimo anno assisteremo anche alla presentazione dell’Alfa Romeo Brennero, terzo suv della Casa. Questo modello, costruito in Polonia, segnerà l’ingresso per il brand nel campo delle auto elettriche. L’auto sarà progettata sulla piattaforma francese CMP.

In seguito si fa sempre più concreta l’idea di assistere ad un ritorno dell’Alfa Romeo Giulietta. Le immagini dell’articolo sono state prese dal render progettato dal designer Tommaso D’Amico. Di seguito il link al suo filmato Youtube:

La nuova Alfa Romeo Giulietta rappresentata nelle immagini è un modello disegnato in continuità con il design della versione appena andata in pensione.

Un look fortemente alfista con la tipica calandra anteriore triangolare. Interni curati, linea sportiva e zona posteriore con fanaleria rivista. Lunghezza attorno ai 435 cm con ampio spazio a bordo per 5 persone. Interni con strumentazione digitale.

La futura Alfa Romeo Giulietta, se effettivamente la rivedremo nel 2023, potrebbe essere progettata a partire dalla piattaforma EMP2. L’auto avrà dunque molti elementi in comune con le future Peugeot 308 ed Opel Astra, nonchè con la neonata DS 4.

Addio ai diesel, ma tante unità elettrificate sotto al cofano

La nuova Alfa Romeo Giulietta potrebbe abbandonare definitivamente i motori a gasolio. Sotto al cofano potrebbero, però, esserci tante unità a benzina con il 1.2 PureTech da 131 e da 155 CV ed il 1.6 PureTech da 180 e da 225 CV. Questi motori potrebbero ricevere l’ulteriore beneficio della tecnologia micro ibrida. Inoltre dovrebbero esserci le versioni ibride plug-in con 225 CV e 360 CV per una futura super bomba a trazione integrale e stemma Quadrifoglio Verde.

La possibile commercializzazione della nuova Alfa Romeo Giulietta potrebbe avvenire entro la fine del 2023 ad un prezzo d’attacco di circa 26.500-27.000 €.