Sono già passati ben due anni dall’addio di Alfa Romeo al segmento B. La Casa di Arese ha infatti abbandonato questa redditizia fetta di mercato mandando in pensione la sua Alfa Romeo Mito nel 2018. Sono stati poco meno di 300 mila gli esemplari venduti nella carriera di 11 anni del modello, con un picco di vendite nel lontano 2009.

Sicuramente il brand pensava e sperava di ottenere di più da questo modello, le cui vendite sono andate lentamente scemando nonostante ci sia stato un restyling nel 2013. Il poco appeal oltre confine, ma anche qui da noi, è stato causato dalla mancanza di una versione a 5 porte. Le compatte di segmento B hanno optato tutte per questo tipo di carrozzeria negli ultimi anni. Anche in Alfa Romeo ci avevano pensato, poi è saltato il progetto e le conseguenze sono state inesorabili.

ANNOVENDITE
200813.282
200962.122
201051.994
201140.425
201225.173
201317.884
201416.950
201513.839
201612.944
201711.367
20189.198
2019669
Dati di vendita in Europa dell’Alfa Romeo Mito (fonte Carsalesbase)

Di seguito gli stessi dati tradotti in un grafico che testimoniano il trend davvero disastroso del modello a partire dal 2009 in poi:

NUOVA ALFA ROMEO MITO 2023

Ci sarà una seconda generazione di Alfa Romeo Mito? Ad oggi non si sa nulla. Dalle ultime informazioni certe il futuro di Alfa Romeo (salvo sorprese) è già stato pianificato sino al 2022 con due nuovi modelli ed un restyling di Giulia e Stelvio. Arriveranno tra 2021 e 2022 i suv di segmento C Tonale e di segmento B (il cui nome è ancora incerto).

Dal 2023 è tutto ancora un mistero, non rimarrà altro che aspettare che il piano industriale di Stellantis diventi realtà, ma se ne riparlerà non prima di metà 2021. Nel frattempo vi mostriamo un render costruito con Photoshop di come potrebbe essere la seconda generazione dell’Alfa Romeo Mito basata sulla nuova Opel Corsa.

Basata sulla piattaforma CMP la Mito 2023 potrebbe arrivare con una gamma interamente elettrica con due o tre varianti di potenza partendo con i 136 CV della base sino agli oltre 200 di un’ipotetica versione “Veloce”. Ipotizzare la nuova Alfa Romeo Mito anche a benzina potrebbe essere una buona cosa, ma il modello andrebbe ad aggiungersi ad un folto insieme di vetture del nuovo mega gruppo. Peugeot 208 ed Opel Corsa sono già a listino, arriveranno anche la nuova Citroen C3 e la futura Lancia Ypsilon, nonché forse anche una nuova Fiat Punto.

Una Mito solo elettrica con più versioni e differenti capacità di batterie potrebbe davvero proiettare il brand italiano nel futuro. Staremo a vedere, intanto gustatevi questi render recuperati in rete sul canale Youtube di CARWP by Jonathan Machado.