Il prototipo del nuovo C-Suv Alfa Romeo è stato presentato al Salone di Ginevra 2019. Purtroppo si tratta solo di un progetto che dista ancora parecchio dalla versione finale di serie. I fan di Alfa Romeo dovranno aspettare ancora molto. La situazione sarà simile alla Giulia, presentata il 24 giugno 2015 (in occasione dei 105 anni del marchio), e poi arrivata in commercio nel secondo trimestre del 2016.

Anche per l’Alfa Romeo Tonale sembra si ripeterà la stessa storia. Un attesa che non sarà di certo salutare per la Casa di Arese. Le vendite stanno calando parecchio. Il 2019 in Europa ed in Italia è iniziato con un pesante segno meno. Le vendite sono calate del 39,3 % in Europa ed addirittura di oltre il 46 % in Italia nei primi due mesi dell’anno.

Per il 2019 non ci sono grosse novità in arrivo. La Giulietta è stata leggermente ritoccata con la versione my 2019 e nuovi allestimenti sono arrivati per Giulia e Stelvio. La crisi di vendite, però, necessita ben altro. La nuova Alfa Romeo Tonale vista a Ginevra in questi giorni in terra elvetica arriverà a listino verso la fine del 2020. Si parla di una commercializzazione indicativa dopo l’estate del 2020. Seguirà dopo circa 6 mesi l’export anche negli Stati Uniti. Seguirà più avanti un terzo suv più piccolo.

La produzione dell’Alfa Romeo Tonale sarà effettuata nello stabilimento di Pomigliano d’Arco. L’avvio delle linee di montaggio dovrebbe avvenire, però, non prima di inizio 2020. Roberta Zerbi, capo del marchio Alfa Romeo in Europa, ha specificato che FCA sta facendo di tutto perchè la data di fine 2020 sia reale, ma è possibile anche lo slittamento ad inizio 2021.

La nuova Alfa Romeo Tonale, lunga circa 445 cm, sarà progettata su pianale B-Wide come le Jeep Compass e Renegade e come la Fiat 500X. Al lancio ci saranno versioni a benzina, ibride ed a gasolio. Ancora non del tutto certo è l’arrivo della versione Quadrifoglio Verde che potrebbe avere motorizzazione ibrida ed una potenza di almeno 350 CV.